Rizzo: "L'infortunio al ginocchio è stato un incubo, riesco a correre da un mese. Futuro? Non ho sentito nessuno..."

13.06.2019 17:30 di redazione TuttoAvellino Twitter:    Vedi letture
Rizzo: "L'infortunio al ginocchio è stato un incubo, riesco a correre da un mese. Futuro? Non ho sentito nessuno..."

Il centrocampista dell'Avellino, Alessio Rizzo ha rilasciato un'intervista a Gazzettacatanese.it, parlando della sua esperienza in biancoverde e dell'infortunio al ginocchio che lo ha tenuto fuori causa da gennaio. “Da circa un mese riesco finalmente a correre. Sono stati mesi lunghi e faticosi a causa di un’infiammazione al ginocchio. L’infortunio è avvenuto proprio al debutto, in una gara giocata da titolare. Ho avvertito un dolore fortissimo al ginocchio, non riuscivo più a muovermi. È stato l’inizio di un incubo, non sono riuscito a mostrare il mio valore e questo è il rammarico più grande. I mesi vissuti ad Avellino sono stati fantastici, è una piazza straordinaria, molto calda e i tifosi ci hanno trascinato fino alla promozione, seguendoci anche in trasferta. La vittoria del campionato è stata la gioia più grande della mia carriera, anche se non l'ho vissuta da protagonista. Il futuro? Non so cosa accadrà, la società vorrà fare bene anche in Serie C, ma non ho alcuna certezza sulla mia permanenza ad Avellino".