Scudieri (all. Atletico): "Un onore accogliere l'Avellino, sarà come giocare fuori casa"

10.10.2018 15:35 di redazione TuttoAvellino Twitter:   articolo letto 1471 volte
Scudieri (all. Atletico): "Un onore accogliere l'Avellino, sarà come giocare fuori casa"

Raffaele Scudieri, tecnico dell'SFF Atletico prossimo avversario dell'Avellino in campionato, ha parlato a Radio Punto Nuovo della prossima sfida: "L'Avellino non lo scopro io, a parte il blasone di una squadra che non c'entra niente con questa categoria, ho visto qualche partita e il mio amico Carlo Musa ha costruito una bella squadra che sta facendo molto bene. E' prima in classifica con un buon ruolino di marcia ma le partite vanno giocate e vanno vinte, ci sarà da giocarla e cercheremo di fare il nostro. Anche noi abbiamo interesse e voglia di far punti perché ne abbiamo lasciato qualcuno per strada. Un nostro punto di forza? Saremo noi a dover temere loro perché sono già squadra, so cosa ha fatto in passato Graziani, è un allenatore che ha concetti chiari, punta sulla squadra, poi i singoli fanno la differenza come Sforzini e Gerbaudo. Noi abbiamo fatto bene l'anno scorso, abbiamo avuto un calo ma siamo due squadre offensive costruite per giocare con intensità, e non è un caso che siamo primo e secondo attacco del campionato.

Siamo convinti di essere una squadra di livello, non ci siamo mai nascosti nè l'anno scorso da neopromossa nè quest'anno dopo un terzo posto e molti consensi riscossi. Speravo di avere qualche punto in piu' a questo punto, domenica giocheremo forse fuori casa perché ci saranno piu' tifosi dell'Avellino che dell'Atletico. Per noi è un evento storico e un onore ricevere l'Avellino, non succederà piu' perché l'Avellino l'anno prossimo farà un'altra categoria e quindi resterà un evento unico. Ero bambino e ricordo ancora Juary, Dirceu, Tacconi, ma anche recentemente in B la seguivo. E' solo un peccato non avere lo stadio adeguato ma speriamo che il comune provveda al piu' presto. Spero sia una giornata di sport sperando che le tifoserie contribuiscano con rispetto e sportività, poi vinca il migliore.

Il nostro campo di gioco è una piccola bomboniera, siamo abituati a queste dimensioni e lì ci esprimiamo bene ma anche fuori casa facciamo molto bene. Niente a che vedere con il Partenio, il nostro non è uno stadio ma un campo adeguato a un campionato di serie D. Non abbiamo la pista di atletica e l'effetto ottico può farlo sembrare piu' piccolo, capisco le preoccupazioni di Graziani ma il campo è a norma. Tornatore? Spero che tutto l'Atletico faccia bene, Diego è un bomber vero, un bravo ragazzo, avellinese, ci tiene molto, in due anni da noi ha fatto molto bene, ha fatto 30 gol in Eccellenza e 16 al primo anno di D".