L'ex coach della Scandone, Cesare Pancotto, ha parlato ad Ottochannel, alla trasmissione Sotto Canestro, della Scandone e del popolo avellinese, ce ormai da quasi 2 anni è lontano dal grande basket, dove aveva militato per 20 anni. 

Queste le sue parole: "La passione degli avellinesi per il basket è tale che non c'è serie che tenga per dimostrare il proprio amore e la passione. Avellino ha una grande passione e basta poco per far scattare quella scintilla e riportarla dove merita. Chiaro, il bacino di utenza della Serie A è un'altra cosa ma, ti permette di avere maggiore visibilità, ma la passione non ha categorie". 
Su De Gennaro: "Gianluca sta facendo un lavoro difficile, duro, un ragazzo bravo, che penso sia l'unico che possa portare avanti un discorso del genere e gli auguro tanta fortuna. La Serie B la seguo tutte le domeniche, perchè mio figlio fa il vice allenatore ad Ancona e quindi devo seguire. Oltre alla battuta, seguo con un certo interesse. La Scandone deve tener duro, è un campionato solido, tosto". 

Sezione: Basket / Data: Sab 27 febbraio 2021 alle 09:00
Autore: Marco Costanza
Vedi letture
Print