calcio minore

Sibilia: “I campionati vanno terminati, il campo dovrà essere l’unico giudice”

Sibilia: “I campionati vanno terminati, il campo dovrà essere l’unico giudice”

Il presidente della Lega Nazionale Dilettanti, Cosimo Sibilia, torna sulla questione calcio giocato. Ci sono da concludere serie d e campionati regionali in tutta italia. Il massimo dirigente irpino di piazzale Flaminio, ha affermato che questa...

Alfonso Marrazzo

Il presidente della Lega Nazionale Dilettanti, Cosimo Sibilia, torna sulla questione calcio giocato. Ci sono da concludere serie d e campionati regionali in tutta italia.

Il massimo dirigente irpino di piazzale Flaminio, ha affermato che questa emergenza legata alla diffusione del covid 19 coinvolge tutto il sistema calcistico italiano e non solo quello professionistico.

“Ogni volta che si parla di questa situazione sembra che si parli solo di professionismo e onestamente inizia a infastidirmi, perché sono problemi che riguardano tutti  ha dichiarato il massimo esponente della lega”.

Inoltre, ribadito il diktat: che il campo è l’unico giudice che può stabilire un verdetto.“Prima di tutto dobbiamo risolvere la situazione sanitaria, stiamo vivendo un dramma e speriamo di uscirne presto continua nella missiva Sibilia. Dopodiché dovremmo tornare in campo, perché il campo è l’unico giudice che può decidere le classifiche, chi vince i titoli, le retrocessioni e le promozioni.

Il presidente è categorico sul futuro dunque ed è pronto a prendere decisioni forti: “In molti sport,si gioca anche quattro volte a settimana, in caso di emergenza dobbiamo fare uno sforzo perché ripeto: promozioni, retrocessioni e titoli non possono essere concessi a tavolino”.