Claudio Foscarini commenta così il pareggio ottenuto dall'Avellino contro il Carpi: "L'Avellino è venuto a Carpi per vincere, l'approccio è stato buono prendendo in mano il gioco sin dall'inizio. La squadra ha fatto la sua parte ma non è stata incisiva combinando poco in avanti e sulle fasce. Il voler vincere la partita è stata la nostra prerogativa. L'infortunio di Ngawa e l'espulsione ci hanno penalizzati. Ci siamo cacciati in una situazione difficile e poi arrivano i problemi. L'atteggiamento, però, mi è piaciuto. Dovevamo fare qualcosina di più sotto porta". Foscarini prosegue nella sua analisi: "Ardemagni ed Asencio non si sono mossi benissimo. Li sceglierei ancora, però si rubavano gli spazi.

Martedì sarà importantissimo e ci sarà Castaldo che ho voluto risparmiare oggi". Sulla condizione fisica: "Ci sono giocatori che corrono 90 minuti bene come i miei centrocampisti. Qualcun altro non ha la stessa condizione per diversi motivi e non riescono a dare lo stesso contributo. In questo momento il toccasana sarebbe avere la rosa al completo. Contro il Cittadella sarà difficile schierare la difesa. Migliorini non è al meglio, vedremo come fare". Il Cittadella: "Ho fatto dieci anni là, incontrerò tanti amici, però sono l'allenatore dell'Avellino e farò l'impossibile per vincere la partita contro la migliore squadra della B in trasferta. Ma conto sulla voglia dei miei giocatori di riscattarsi. I tifosi? Emozioni belle che ci portiamo a casa e dobbiamo gratificare questa gente".

Sezione: Copertina / Data: Sab 28 aprile 2018 alle 17:43
Autore: redazione TuttoAvellino / Twitter: @tuttoavellinoit
vedi letture
Print