Polcino: "Stipendi non a rischio, la Terminio sarà chiusa per essere in regola. Ora creiamo silenzio per non scoraggiare nuovi soci"

12.02.2020 14:30 di Domenico Fabbricini Twitter:    Vedi letture
Polcino: "Stipendi non a rischio, la Terminio sarà chiusa per essere in regola. Ora creiamo silenzio per non scoraggiare nuovi soci"

L'ad dell'Avellino Filippo Polcino è intervenuto a Radio Punto Nuovo per fare il punto della situazione: "Non sono un socio ma un professionista chiamato a lavorare per l'Avellino, posso dire che a seguito della conferenza stampa di Circelli è stato garantito il pagamento degli stipendi nella giornata di venerdì ed è già una buona notizia. Sugli scenari futuri, ingresso di nuovi soci, non ho informazioni. Ho letto che Izzo avrebbe fatto un passo indietro e ceduto le quote ma bisogna vedere se avviene e quando. Di sicuro la nostra società ha bisogno dell'ingresso di qualcuno, dobbiamo risolvere la grana della commissione Figc per le partecipazioni sociali, è stata inviata una corposa lettera in cui si spiegano i motivi del disagio creatosi in questi giorni e speriamo che la nostra tesi sia accettata e avremo qualche giorno in piu' per riorganizzarci. Sui sediolini c'è stata la commissione che ha ridotto la capienza per la questione balaustre, è difficile fare lavori in questo momento. Sono riuscito a far quadrare i conti chiudendo la Terminio e rientrando nei parametri federali, ho presentato una seconda licenza nazionale e siamo in regola, idealmente fino a fine campionato, avremo 400 posti in meno rispetto alla capienza già ridotta. E' chiaro che una volta montati i sediolini si amplia la capienza. Non è a rischio la chiusura dello stadio, è un escamotage per rientrare nei parametri, siamo in regola, abbiamo una capienza ridotta che per ora ci teniamo finché non installeremo i sediolini. Ora precedenza agli stipendi e alla querelle societaria.

Vorrei fare una premessa su questo punto: se un po' tutti, soci e media, tifosi, per qualche giorno cerchiamo di creare silenzio attorno a questa vicenda magari arriviamo a una soluzione che possa dare serenità alla piazza e all'Avellino calcio. Secondo me nuovi soci potrebbero arrivare sia con Izzo sia con Circelli, non conosco i nomi, ho fatto anche io qualche telefonata, se cala un po' di silenzio favoriamo anche l'interesse di potenziali soci che ora come ora potrebbero essere spaventati da questa situazione. La società in primis deve far calare un po' di silenzio su questa vicenda, mio modesto parere".