Il Giudice Sportivo ha comminato l'ammenda di 2000 euro all'US Avellino, dopo la gara contro la Turris, per fatti contrari alle norme in materia di ordine e di sicurezza e per fatti violenti commessi dai suoi sostenitori posizionati nel Settore Ospiti (gradinata), integranti pericolo per l’incolumità pubblica, consistiti: A) nell'avere fatto esplodere, cinque petardi di forte intensità rispettivamente al 2°, 8° e 28° minuto del primo tempo ed al 12° e 20° minuto del secondo tempo; B) nell’avere danneggiato circa quaranta seggiolini. Ritenuta la continuazione, misura della sanzione in applicazione degli artt. 6, 13, comma 2, 25 e 26 C.G.S., valutate le modalità complessive dei fatti, rilevato che la Società sanzionata disputava la gara in trasferta e che non si sono verificate conseguenze dannose a causa delle esplosioni dei petardi e considerato il numero di seggiolini danneggiato (r. proc. fed, r.

c.c., documentazione fotografica - obbligo di risarcimento danni se richiesto).
1.200 euro anche per la Turris, per fatti contrari alle norme in materia di ordine e di sicurezza e per fatti violenti commessi dai suoi sostenitori posizionati nel Settore Tribuna Centrale, integranti pericolo per l’incolumità pubblica, consistiti nell'avere fatto esplodere nel settore loro riservato, al 1° minuto circa del primo tempo, un petardo di forte intensità e, al 15° minuto circa del secondo tempo, un petardo di lieve entità. Ritenuta la continuazione, misura della sanzione in applicazione degli artt. 6, 13, comma 2, 25 e 26 C.G.S., valutate le modalità complessive dei fatti e rilevato che non si sono verificate conseguenze dannose (r. proc. fed., r.c.c.).

Sezione: Focus / Data: Mar 06 dicembre 2022 alle 21:44
Autore: Marco Costanza
vedi letture
Print