Nonostante la retrocessione già matematica in D, i tifosi della Cavese non si rassegnano e domenica, per l'ultima partita stagionale contro l'Avellino, faranno ugualmente sentire la propria voce ai calciatori prima del derby all'esterno dello stadio. E' stato infatti distribuito un volantino, firmato 'Curva Sud Catello Mari', che recita:

“La nostra fede non retrocede! Il nostro cuore non ha padroni!

A chi è nato e cresciuto a pane e Cavese.

A chi mantiene sempre accesa la fiamma della passione, ostentando la stessa fierezza dei tempi gloriosi anche nei campi polverosi.

A chi tiene vivo ogni giorno lo spirito della giornata del Centenario e della Marcia dell'Appartenenza, creando attraverso la Cavese un legame profondo con la nostra amata terra.

A chi grazie ad essa rinsalda le proprie radici, in ogni parte del mondo.

A chi, in una vita e in un calcio dominato da sporchi interessi, tramanda da padre in figlio la storia, l'importanza, l'amore di cui è intrisa quella maglia delle inconfondibili tinte blufoncé.

A chi grazie all'aggregazione generata dalla Cavese ha imparato ad andare oltre, mostrando l'indole folle e ribelle del nostro popolo, nella vita, non solo alla partita.

A chi ci guarda da lassù, ma ha portato nella propria esistenza l'attaccamento ai nostri colori ed a questi valori, dimostrandoli in campo o sugli spalti, convinti che la loro anima sarà sempre presente al nostro fianco.

A chi ama la Cavese nel bene e nel male, un sentimento più importate di qualsiasi presidente, allenatore e calciatore.

A chi non sarà mai una sconfitta, una retrocessione o un fallimento a oscurare il nostro credo.

A tutti noi è rivolto l'invito a essere presenti in occasione dell'ultima partita.

Domenica 2 maggio, dalle ore 18,30, all'esterno della Curva Sud “Catello Mari”.

Per dimostrare ancora una volta tutta la carica della nostra fede, del nostro senso di appartenenza, della dignità e dell'orgoglio di essere Cavajuoli.

Una risposta d'amore profonda in un mondo sempre più lontano da questi sentimenti.

Perché niente e nessuno ci potrà mai privare dell'orgoglio di poter gridare alé Cavese!”.

Sezione: L'Avversario / Data: Ven 30 aprile 2021 alle 09:55
Autore: redazione TuttoAvellino / Twitter: @tuttoavellinoit
Vedi letture
Print