Latte Dolce, mister Udassi: "Proveremo a battere il Lanusei, che resta la favorita"

28.02.2019 14:45 di redazione TuttoAvellino Twitter:   articolo letto 914 volte
Latte Dolce, mister Udassi: "Proveremo a battere il Lanusei, che resta la favorita"

Domenica c'è il big match tra Lanusei e Latte Dolce. Per l'occasione Radio Punto Nuovo ha ascoltato il tecnico del Latte Dolce, Stefano Udassi, per presentare questa importante sfida che potrebbe decidere anche il futuro dell'Avellino: "Tutto è ancora in gioco, a nove giornate dalla fine tutto è ancora possibile. Indubbiamente in questo momento il Lanusei ha un margine ed è la favorita ma ci sono ancora 27 punti, bisogna tener conto anche di quelle che devono salvarsi e giocheranno col coltello tra i denti. Domenica ci sarà una gara importantissima, sarà forse lo spartiacque della stagione, siamo orgogliosi di far parte di questo lotto di squadre, siamo partiti per salvarci presto e tagliarci uno spazio da protagonisti togliendoci qualche soddisfazione. Siamo andati oltre grazie a questi ragazzi e domenica abbiamo una partita importante, uno spot per tutto lo sport sardo.

Sappiamo che domenica in tanti tiferanno per noi, ma in primis ci teniamo a far bene. Rispettiamo il Lanusei, nessuno di noi si aspettava di essere in vetta al girone e per questo sarà un finale ancor piu' avvincente. Faremo di tutto naturalmente per fermare la capolista, non sarà facile ma siamo consapevoli di potercela fare. Difficile fare pronostici, l'Avellino è una grande squadra costruita per vincere il campionato, ha alle spalle una città e un pubblico appassionati. Il Lanusei è fatto di giovani, gioca un buon calcio con entusiasmo, ha un paese che sta spingendo questa realtà, non posso far pronostici. Bisogna essere sempre concentrati, sempre sul pezzo e non è facile.

Fusione con la Sassari? La società è molto concentrata sul finale di campionato, è molto solida e ha tutte le carte in regola per fare il salto di categoria da sola, senza problemi. Abbiamo un campo omologato per la serie C, ci proveremo fino alla fine e quindi non pensiamo ad altro ora".