Lecco-Avellino (1-3 d.c.r.), le pagelle: Morero cuore di capitano, Parisi è mostruoso

02.06.2019 18:37 di redazione TuttoAvellino Twitter:    Vedi letture
Lecco-Avellino (1-3 d.c.r.), le pagelle: Morero cuore di capitano, Parisi è mostruoso

L'Avellino è campione d'Italia di Serie D 2018-2019. Lecco battuto ai calci di rigore, al termine di una battaglia durata quasi 2 ore e mezza. Morero, cuore di capitano. Parisi è mostruoso, Tribuzzi semina il panico. Le pagelle di Lecco-Avellino 1-3 dopo i calci di rigore. 

 

Lagomarsini 7 – Nulla ha potuto su Capogna, che lo ha beffato con un tocco sottomisura, ma si è superato sul secondo tiro dal dischetto del Lecco, neutralizzando la conclusione di Pedrocchi.

Betti 6 – Perde di vista D’Anna, autore dell’assist per il gol di Capogna. Unica ingenuità di un’altra buona prestazione, di un finale di stagione in crescendo.

Dionisi 6.5 – Sul gol di Capogna non ha grosse responsabilità. L’attaccante ruba il tempo ai due centrali e va in porta. Si rifà con pregevoli interventi in anticipo, senza mai rischiare di commettere fallo.

Morero 7.5 – Pareggia i conti con un gran colpo di testa e concede il bis realizzando il primo calcio di rigore che spiana la strada al successo irpino. Cuore di capitano.

Parisi 7 – Mostruoso. Meriterebbe il gol nel primo tempo, quando semina il panico sulla sinistra, ma arriva stanco alla conclusione terminata alta. Nella ripresa si conferma, chiudendo tutti gli spazi, aiutando Dionisi in copertura. E’ da blindare per i prossimi anni.

Tribuzzi 6.5 – E’ tra i più propositivi nei tempi regolamentari. Prova più volte la conclusione, attraverso azioni personali che fanno ammattire il povero Ruiu.

Matute 6 – Tanta quantità in mezzo al campo, sa sempre dove piazzarsi per fermare le avanzate del Lecco.

(12' st Pepe 6 – Sufficienza di stima. Entra, si fa ammonire per simulazione e fallisce il tiro dal dischetto).

Di Paolantonio 7 – Completa l’opera con l’assist per il gol del pareggio di Morero e trasformando il terzo tiro dal dischetto.

Carbonelli 6 – Risente della lunga inattività, ma prova ugualmente a dare il suo contributo alla causa. Cercato sulla sinistra, lascia il campo nella ripresa. 

(12' st Buono 6 – Si piazza a centrocampo nel 4-2-3-1 imbastito da Bucaro e porta a casa la sufficienza).

Alfageme 6 – Pochi minuti e serve un bell’assist a De Vena, ma l’attaccante calcia sul fondo. Non è brillante e sicuramente non è in condizione di poter fare la differenza. Ci proverà la prossima stagione. 

(16' st Sforzini 6 – Ci mette il fisico, ma dalle sue parti arrivano pochi palloni giocabili. Non riesce a battere il calcio di rigore, complice l’imprecisione del Lecco).

De Vena 6 – Calcia sul fondo dopo un paio di minuti e fallisce una facile occasione da rete nel primo tempo. Avverte la fatica di una stagione disputata da protagonista.

(25' st Ciotola 6 – Prova a portare palla, ma incide poco. Resta comunque uno degli uomini migliori della seconda parte di stagione).

All.: Bucaro 7 – Chiude la stagione con due coppe in bacheca. Al campionato vinto allega lo scudetto di categoria, facendo leva sugli uomini migliori. Manca per un soffio il record delle 15 vittorie consecutive.