Intervenuto ai microfoni di IrpiniaNews, Francesco Maglione ha parlato dell'attuale momento dell'Avellino spiegandone i punti forti e avvalorando la tesi del possibile salto di categoria, atteso da anni: «E’ l’anno dell’Avellino, andrà in Serie A. In primis un mercato intelligente. Di questo va dato atto alla società e al presidente Taccone che hanno allestito una rosa capace di lottare per il vertice. La vittoria sul Catania è stata un’ulteriore prova di maturità. L’Avellino può ambire tranquillamente alla promozione diretta. Al di là dei valori tecnici importanti, il gruppo è composto da calciatori che hanno fame ed entusiasmo. Sotto la gestione Rastelli, l’Avellino, ha sbagliato pochissime partite ed è stato in grado di costruire le sue fortune anche strappando un punto alla volta in condizioni difficili. La legge del Partenio poi resta fondamentale».



Maglione si concentra anche su Castaldo, un attaccante che conosce benissimo: «Non smette mai di stupirmi. Apporto realizzativo a parte, a mio avviso è determinante la sua figura carismatica. I suoi compagni hanno fatto di lui un punto di riferimento all’interno del gruppo. Anche se gioca una partita sottotono come a Perugia, riesce sempre a trasmettere grinta e carattere alla squadra. Al suo fianco si integrano tutti alla perfezione. E’ il vero valore aggiunto di questo Avellino».

Sezione: News / Data: Mar 04 novembre 2014 alle 13:57
Autore: Mario Petillo
vedi letture
Print