La Figc Lombardia tuona: "Se si riprende ci dimettiamo"

22.04.2020 12:33 di Alfonso Marrazzo   Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
La Figc Lombardia tuona: "Se si riprende ci dimettiamo"

La Lombardia, la regione più colpita con oltre 12.000 morti, buona parte delle società dilettantistiche non vogliono sentir parlare di ripartenza del calcio dilettante. Ad alzare la voce sono le società della provincia di Brescia, in particolare quella dell’Ospitaletto e Villa Nuova Pedrini – secondo quanto emerso da calciobresciano.it – che hanno puntato il dito contro i vertici di Roma. Sotto accusa, Sibilia ed i dirigenti di Roma che stanno attendendo da oltre un mese e mezzo per prendere una decisione e mettere la parola fine alla stagione. Sulla questione è chiara anche la posizione di Giuseppe Baretti, presidente del CR Lombardia che ha sottolineato di non avere poteri in merito e di aver ribadito la volontà di non ripartire, altrimenti presenterà le dimissioni. Insomma più passa il tempo e più aumenta l’agitazione tra i dirigenti sportivi, tra chi vuole chiudere subito e pensare al futuro e chi vuole tenere ancora viva la speranza di tornare in campo.