copertina

Avellino, non sottovalutare la Paganese: fame e umiltà per continuare il momento magico. Presentazione e probabile formazione

Avellino, non sottovalutare la Paganese: fame e umiltà per continuare il momento magico. Presentazione e probabile formazione

Una partita apparentemente facile per consacrare una squadra che colleziona record e meriterebbe il primato se non ci fosse la Ternana nel suo girone. Ma attenzione a sottovalutare la Paganese della gestione Di Napoli, che ha battuto il Catanzaro...

redazione TuttoAvellino

Una partita apparentemente facile per consacrare una squadra che colleziona record e meriterebbe il primato se non ci fosse la Ternana nel suo girone. Ma attenzione a sottovalutare la Paganese della gestione Di Napoli, che ha battuto il Catanzaro e fermato il Catania nelle ultime uscite di campionato. Guai a sbagliare l'approccio alla gara, che torna al Partenio-Lombardi dopo nove anni di assenza: l'ultima volta finì 1-1, con una rimonta azzurrostellata. Piero Braglia, in conferenza stampa, è stato chiaro: perdere di vista la complessità di un impegno apparentemente semplice rischierebbe di far commettere all'Avellino una brutta figura e rovinare parte del raccolto messo in cascina nelle ultime undici gare. 

I biancoverdi si presentano al derby con l'allenatore toscano di nuovo in panchina e Aloi presente in mezzo al campo, ma privi del capitano Miceli e di D'Angelo, entrambi appiedati per un turno dal giudice sportivo, oltre a Laezza, Errico, Marco Silvestri e Baraye infortunati, per un totale di soli 17 disponibili. Al posto di Miceli giocherà Dossena, quasi certa la presenza di De Francesco in sostituzione di D'Angelo, magari nello spot di trequartista nel 3-4-1-2 di partenza. 

Tra i pali dovrebbe essere confermato Pane. Forte, bloccato da un fastidioso colpo della strega poco prima del calcio d'inizio della vittoriosa gara di Catanzaro, è stato convocato, ma potrebbe accomodarsi in panchina, lasciando spazio al compagno di reparto, meritevole di una riconferma a prescindere. In difesa spazio a Luigi Silvestri e a Illanes ai lati di Dossena, sulle corsie esterne a centrocampo non si toccano Ciancio e Tito, con Aloi e Carriero mastini in mediana, De Francesco leggermente avanzato tra le linee e Fella, stavolta con Maniero, in attacco. 

Probabile formazione.

AVELLINO (3-4-1-2): Pane; L. Silvestri, Dossena, Illanes; Ciancio, Aloi, Carriero, Tito; De Francesco; Fella, Maniero. A disp.: Forte, Rocchi, Rizzo, Adamo, Santaniello, Bernardotto. All.: Braglia.