Basket - La Sidigas fa tremare l’Armani che vince 85-79

28.04.2019 20:41 di Alfonso Marrazzo   Vedi letture
Basket - La Sidigas fa tremare l’Armani che vince 85-79

Avellino a Milano per l'impresa. Scandone a caccia del pass playoff per finire una stagione al meglio dopo i tanti alti e bassi.

Subito mano in full control con Nunnally (6-0) al 3'. Sono 9 i punti con Brooks, Avellino perde numerosi possessi e Milano vola sull'11-0. Time out Maffezzoli. Sugli spalti anche Dan Peterson. Avellino non punge. Spara a salve il roster biancoverde. Primi tre punti per la Sidigas griffati Nichols. Ci sono voluti cinque minuti. Milano già dilaga. Nichols ancora a segno, Avellino realizza 5 punti in sei minuti. Ancora i meneghini a segno con James. N'Diaye almeno inchioda il meno dieci (20-10) al 9'. Harper riduce lo strappo su un super assist di Filloy. L'ex Brindisi segna 4 punti consecutivi. Il primo periodo termina 22-14.

A segno subito Nunnally e Campogrande. Avellino prova a riavvicinarsi con l'ex Young ma Kuzmiskas segna dal perimetro. Un inspirato Harper accorcia le distanze è Pianigiani è costretto alla chiamata (28-23) al 14'. Ancora Campogrande in spolvero ma il solito Kuzmiskas segna per i rossi Lombardi. Cinciarini porta dalla linea della carità a cinque i punti di distanza (33-28) al 16'. Avellino scatenata con Nichols che addirittura regala dalla lunetta il primo vantaggio (36-37) al 18'. James e Young ristabiliscono le distanze (40-41) al 19'. D'Ercole realizza e Avellino chiude all'intervallo lungo sul 40-43.

Finalmente a segno Udanoh, Milano però non sta a guardare e Nunnally firma la partita (45-45) al 23 '. Le telecamere si soffermano sul doppio ex, quel Marquees Green che ha scritto le pagine più belle del basket irpino con la Coppa Italia 2008. Prima Nunnally, poi Tarzwecski ed infine James portano l' Olimpia avanti, inerzia tutta per l'Armani (54-48) al 26'. Lay-up di Jerrels che vale il più sei e time out Sidigas (56-50) al 27'. Per Avellino un discreto Campogrande. Scatenato James Nunnally, tripla e Milano prova a scappare (61-53) al 28'. Milano che chiude il terzo periodo avanti sul 67-55.

Segnano Harper e D'Ercole e Milano chiama il minuto di sospensione (67-61) al 32'. Esce bene dal time out l'Armani con Cinciarini e Tarczevski (76-64) al 34'. Ci prova anche Filloy a mettersi in proprio, ma Milano ha un roster e una marcia in più. Milano gioca sempre sul velluto gestendo dieci punti di vantaggio, Avellino non vuole mollare gettando il cuore oltre l'ostacolo. Udanoh prova a scuotersi, Avellino però dalla sua ha da recriminare le troppe palle perse è, con squadroni come l'Olimpia paghi a caro prezzo questi errori. Gara che si infiamma nei minuti finali con Sykes e Udanoh che avvicinano i lupi (80-76) al 39'. Si segna nel finale con le squadre mai dome. Sykes commette il quinto fallo, Milano è glaciale dalla linea della carità, Nunnally ha la mano che non trema (83-79) al 39'. Finisce 85-79. Non basta il cuore a questa Sidigas.*