Ospite di Linea Verde Sport su SportChannel, Eziolino Capuano ha spiegato le difficoltà derivanti dal non conoscere ancora l'avversario da affrontare nel primo turno playoff e il giorno in cui giocare la partita: "Ad Avellino quest'anno le abbiamo viste di tutti i colori, siamo una delle due squadre che non sa ancora quale avversario affrontare. Sabato scopriremo se giocheremo il 30 giugno o il primo luglio. È un problema per gli allenamenti, ma anche per l'organizzazione della trasferta. Avremmo voluto partire un paio di giorni prima della partita per saggiare le condizioni dei campi, diversi dal nostro (erba naturale e sintetica, ndr), ma non ci viene permesso. Il presidente D'Agostino aveva già dato il suo placet. Poi c'è bisogno di rispettare il protocollo, una serie di problematiche portate dal Covid.

Stiamo lavorando su due sistemi di gioco, sulle palle inattive che sfruttano la Ternana o il Catanzaro, sapremo superare anche questa nuova difficoltà. Le tensioni tra calciatori e società per il rinnovo dei contratti? Sono a disconoscenza di questa cosa, sicuramente la situazione dell'Avellino è molto particolare per i tanti calciatori in scadenza al 30 giugno. Ma è solo perché i problemi societari della scorsa estate non permisero di sottoscrivere accordi pluriennali, non perché i calciatori non siano bravi. La proprietà e il direttore Di Somma risolveranno questa situazione. E comunque quello che accade in uno spogliatoio non deve mai uscire dallo stesso".

Sezione: Copertina / Data: Mar 23 giugno 2020 alle 11:14
Autore: redazione TuttoAvellino / Twitter: @tuttoavellinoit
vedi letture
Print