Massimo Rastelli, allenatore dell'Avellino, ha commentato la sconfitta dei lupi ai calci di rigore contro il Catanzaro, nella Coppa Italia di Lega Pro, dopo il 3-3 dopo i 90 minuti e i supplementari. 
Queste le sue parole: "Prestazione molto positiva, dopo l'immeritata sconfitta di domenica volevamo avere delle risposte. Rimontare per 3 volte una squadra forte come il Catanzaro, che quando segna difficillmente si fa rimontare,vuol dire che la squadra è viva. Se dovevamo uscire dalla competizione, non potevamo uscire in modo migliore. Abbiamo raschiato il fondo del barile, con acciacchi, infortuni, andando a prendere risorse come Sbraga e Scognamiglio, che erano 6-7 mesi che non giocavano, e li ringrazio per la professionalità. Dispiace non essere passati, ma nei 120 minuti la gara è finita 3-3 e siamo soddisfatti". 
Sulle parole ai ragazzi: "Sanno che in ogni partita dobbiamo dare il  massimo, da domani pensiamo al Picerno, siamo in una posizione nel limbo, dobbiamo essere bravi a risalire e sappiamo che ogni gara sarà una battaglia. L'importante è la prestazione di oggi che mi lascia soddisfatto". 
Sui gol subiti: "E' normale che sulle palle inattive c'è bisogno di attenzione massima. Siamo pronti e preparati per ogni evenienza, peccato aver preso due gol in fotocopia, con palle messe in zona dischetto del rigore e sono mortali.

E su questo dobbiamo lavorare al massimo". 
Su Sbraga e Scognamiglio: "Non era facile dopo tanti mesi, una cosa è allenarsi e una cosa è giocare, tra l'altro contro la capolista del campionato. Sono stati bravi, hanno fatto cose semplici, hanno fatto valere la loro esperienza. Sul futuro valuteremo, noi abbiamo un solo cambio di lista per il girone di andata e uno per il girone di ritorno. Valuteremo". 
Sugli infortuni: "Per Matera credo siano crampi, Ricciardi è quello che ci preoccupa un po' di più". 
Scelte dei rigoristi: "Ho massima fiducia dei ragazzi, soprattuto quelli che sono attenti e concentrati. Poi che siano giovani ci permettono di incidere di più. Ho detto loro di cederci". 

Sezione: Copertina / Data: Mer 16 novembre 2022 alle 20:12
Autore: Marco Costanza
vedi letture
Print