Intervistato da Radio Punto Nuovo, l'ex attaccante dell'Avellino, Raffaele Biancolino, ha parlato del momento dei lupi e di tante curiosità relative al figlio, che ha da poco firmato con le giovanili del club. 

Queste le sue parole: "L'Avellino sta dimostrando tutto il proprio valore, sta dimostrando di meritare questo secondo posto. Domenica ero a Caserta e la squadra ha continuato il percorso visto già con il Foggia mercoledì scorso. Queste due partite, a mio parere, sono le migliori viste quest'anno dell'Avellino. Stiamo vedendo una squadra che non aspetta più l'avversario ma un Avellino che approccia subito aggressivo le partite e le indirizza dove vuole. Quindi va dato merito a mister Braglia, un uomo esperto per questa categoria e questo è un valore aggiunto. Il gruppo c'è, forse è la versa forza di questo Avellino". 
La gara di Catanzaro: "Mi aspetto una partita chiave, non c'è Aloi gioca De Francesco, che è un ottimo elemento, l'ho visto con il Foggia, ha caratteristiche diverse rispetto ad Aloi, ma è un elemento importante, ha un ottimo piede e sicuramente farà bene". 
Su Bernardotto: "E' un ragazzo che può migliorare moltissimo, sta dimostrando gara dopo gara quello che vale. Ora gli stanno arrivando anche i gol e quindi sono contento per lui". 
Il figlio Diego come il papà: "Si abbiamo firmato da qualche giorno con l'Avellino. Miei ex compagni e amici, come Puleo, Moretti, Riccio, che lo hanno visto, hanno detto che mi somiglia. Ha un sinistro come me e quindi fa piacere. Speriamo possa fare anche meglio di me". 
Sul settore giovanile: "Lo sto seguendo, Giuliano Capobianco sta facendo un ottimo lavoro anche se causa Covid non stanno lavorando moltissimo perchè i campionati sono fermi e solo la Primavera è ripartita. Speriamo che possano far emergere giovani ragazzi che poi potranno dire la loro in prima squadra tra qualche anno". 

Sezione: Ex biancoverdi / Data: Gio 25 febbraio 2021 alle 16:00
Autore: Marco Costanza
Vedi letture
Print