Nella seduta di ieri, la Corte di Giustizia Federale ha deliberato il rigetto del ricorso presentato dall' ex calciatore biancoverde Alessandro Pellicori contro la squalifica di 3 anni e 6 mesi inflitta dalla Commissione Displicinare Nazionale nella seduta del 2.10.2012, dopo il definitivo accertamento delle sue responsabilità in  alcuni illeciti venuti alla luce nel corso dell' operazione Last Bet, condotta dalla Procura di Cremona.  



Illeciti orchestrati dalla ' banda degli ungheresi'' e relativi ad alcune gare del Mantova, nella stagione del 2009\2010, alla cui realizzazione l' attaccante di origini calabrese avrebbe contribuito in modo rilevante, vestendo a quei tempi la casacca del club lombardo. Sentenza dunque che è stata confermata dalla FIGC e che costringe forzatamente a restare lontano dai campi e a guardare ad altre prospettive Pellicori, noto al popolo avellinese, per aver indossato la casacca biancoverde, in due diverse parentesi: nella prima metà del campionato di C1 2002\2003, culminato in seguito nella promozione diretta, collezionando 18 presenze e 7 reti e successivamente per due campionati consecutivi in serie B, tra il 2007 e il 2009, realizzando complessivamente in 55 partite disputate 20 gol, di cui 18 nel solo campionato 2007\2008. Reti che però furono inutili a consentire ai lupi di salvarsi, anche se i postumi della retrocessione furono evitati grazie al ripescaggio, che diede ai biancoverdi una grande chance per rimanere nel campionato cadetto, che però andò ad essere fallita, culminando in quella retrocessione sicuramente più amara delle altre, in quanto preludio al fallimento dell' U.S. 

Sezione: Ex biancoverdi / Data: Sab 27 ottobre 2012 alle 09:13
Autore: Angelo De Rogatis
vedi letture
Print