L'ex centrocampista dell'Avellino Antonio Nocerino, che ha poi avuto una fulvida carriera con Milan, Juve, Genoa, nazionale e tante altre, ha parlato in esclusiva al sito Nicoloschira.com, toccando anche gli esordi in biancoverde.

"Zeman mi lanciò titolare a 18 anni, in Serie B. Mi aveva visto in un torneo estivo, che non avrei dovuto fare perchè dovevo sostenere gli esami per il diploma di maturità: sono riuscito a giocare e studiare, mi sono diplomato e dall'altro lato Zeman mi vide e mi disse che mi voleva nel suo Avellino. Mi ha insegnato tantissimo, è un allenatore che ti spiega, ti insegna, ti forma come giocatore e come uomo ed è fondamentale per la crescita dei giovani. La preparazione fisica di Zeman è mostruosa ed estenuante: i 45km di fartlek che facevi alla ripresa, i gradoni, i mille ripetuti undici volte in sequenza... Però in partita, dico per me, avrei potuto giocare due partite in un giorno senza sentire la fatica. Con l'allenamento ti abituavi all'intensità della partita, e in campo potevi fare di tutto: come ti alleni, così giochi".

Sezione: Ex biancoverdi / Data: Gio 11 marzo 2021 alle 12:35
Autore: Domenico Fabbricini / Twitter: @Dfabbricini
Vedi letture
Print