Sasà Marra è un attento osservatore da lontano anche se in realtà l'Avellino è qualcosa che sente ancora vicino. Un qualcosa che ha segnato un momento importante dal punto di vista professionale ed umano. E da allenatore sa quante difficoltà Rastelli ha incontrato nello scorso campionato e quante ne incontrerà nel prossimo: «Da Castaldo a Pisacane passando per Seculin fino a Schiavon credo che lo zoccolo duro rappresenti già da solo un valore aggiunto.

Ora hanno anche un anno in più di esperienza sulle spalle e questo non è poco. L'esperienza conta, dagli errori si impara e la società ancora una volta sta dimostrando di saper programmare, di muoversi in modo attento e oculato ma soprattutto di non voler deludere le aspettative dei tifosi che saranno più alte. Il mio consiglio perà è sempre quello di fare un passo alla volta: viene prima la salvezza».

Sezione: Ex biancoverdi / Data: Gio 26 giugno 2014 alle 12:15
Autore: Redazione Web
vedi letture
Print