Mario Dell'Anno, attraverso Il Mattino, ha detto la sua sulla mancata cessione dell'U.S. Avellino, puntando anche il dito contro una parte della tifoseria biancoverde: "Hanno fatto il gioco delle tre carte per arrivare al 3 dicembre. Io faccio il tifoso, ma pretendo chiarezza da parte della società. In questo momento abbiamo un presidente che si nega ai tifosi e un proprietario che svolazza con l’elicottero senza mai farsi vedere in città. Questo non è rispetto e queste persone non meritano il mio sostegno. Diceva un famoso scrittore venezuelano che ogni popolo ha il presidente che merita. E io dico che ogni tifoseria ha la proprietà che merita. Ai miei tempi, dopo atteggiamenti simili, ci sarebbe stata una manifestazione pacifica con oltre 10mila persone davanti al Comune o alla Prefettura. Come tifoseria siamo stati poco incisivi e abbiamo anche noi delle responsabilità. Bisognava intervenire quando il Ciampi ha compiuto la scellerata scelta di dare calcio e basket nelle mani di un unico imprenditore. Certamente nessuno si aspettava che, dopo aver investito tanti milioni nel basket, facesse questa fine”

Sezione: Focus / Data: Mar 03 dicembre 2019 alle 11:55
Autore: redazione TuttoAvellino / Twitter: @tuttoavellinoit
Vedi letture
Print