Marcelo Batista è tornato al timone della Sandro Abate. Il tecnico brasiliano, dopo il periodo della quarantena, essendo giunto dall'estero, domani potrà sedere in panchina al PalaDelMauro contro la Meta Catania. 

Queste le sue parole in conferenza stampa: "Innanzi tutto permettetemi di ringraziare la società per avermi voluto nuovamente ad Avellino, dove vengo a riprendere il discorso interrotto la stagione scorsa. Inutile dire che sono contento di essere qua, alla guida di una compagine che può fare bene in questo campionato. Rispetto allo scorso anno ho trovato una rosa ancora migliore tecnicamente e quindi penso che ci siano tutti i presupposti per disputare un campionato di alta classifica e raggiungere obiettivi ambiziosi che questa società si è imposta di voler raggiungere. Quest'anno in serie A ci sono squadre ben più attrezzate dello scorso anno e sarà molto difficile, il campionato sarà ancora più combattuto, anche se le solite, Pesaro e Acqua e Sapone partono avanti a tutte. Domani arriva una squadra davvero forte, la Meta Catania, un avversario difficile da affrontare. Abbiamo studiato in questa settimana il tipo di gara che dovremo fare. Ma è chiaro che, essendo una partita molto importante, sia per noi che per loro, sarà fondamentale l'aspetto mentale. Sarà uno scontro diretto importate per le zone alte di classifica e non vogliamo fallire. Cercheremo di arrivare almeno al quarto posto, per essere testa di serie nelle Final Eight di Coppa Italia. Noi dovremo scendere in campo con l'atteggiamento e la grinta giusta, perchè è una gara di fondamentale importanza per il nostro primo obiettivo stagionale. Guardando la classifica, fino all'undicesimo posto occupato dall'Aniene, tutte posso aspirare a qualificarsi per la Coppa Italia. Noi affronteremo Catania, poi martedi sempre in casa il CMB, e poi andremo a far visita all'Aniene. Dovremo cercare di ottenere il massimo da queste sfide, per evitare brutte sorprese. A cominciare da domani contro Catania".

Sezione: Futsal / Data: Ven 18 dicembre 2020 alle 19:08
Autore: Marco Costanza
Vedi letture
Print