Insieme al capitano Massimo Abate, ha presenziato alla conferenza stampa odierna della Sandro Abate anche il presidente Massimiliano Santosuosso che ha colto l'occasione per lanciare un appello alla Divisione per ricevere delle risposte in merito alla ripartenza del campionato. 

Queste le sue parole: "Devo essere onesto e devo dire che avevamo anche pensato di non partire per l'Opening Day di Salsomaggiore Terme. Questo perchè è stato organizzato il tutto a spese delle società. Noi dovremmo inoltre andare lì senza alcuna norma della Divisione in merito ad una positività. Se per caso dovesse risultare positivo qualche nostro tesserato, come andrà a finire? Partiamo senza certezze, ma su tanti altri fattori. Dicono sempre che il Calcio a 5 vuole crescere, ma non in questo modo. Proprio in queste occasioni il futsal deve dimostrare di voler crescere e invece cade sempre negli stessi errori. Noi come società stiamo lavorando con grande dedizione e attenzione, ma vogliamo che anche la Divisione ci supporti, altrimenti predichiamo nel deserto. Ricordate tutti, inizio marzo, dovevamo giocare a Pesaro, che in quei giorni era zona gialla e il giorno che partimmo divenne zona rossa. Chiedemmo di non andare e non ci fu data risposta. Arrivammo lì, con le dovute attenzioni e precauzioni. A due ore dalla gara ci inviarono una PEC che ci invitava a tornare a casa. A due ore dalla gara. Una cosa assurda. Così non si fa. Speriamo solo che non si ripetano anche quest'anno cose del genere". 

Ha parlato anche l'architetto Genovese in merito ai lavori al PalaDelMauro: "Tra sabato e lunedì dovremmo completare i lavori al parquet. La società ci è stata molto vicina per completare i lavori e il crono programma è stato perfetto. Non si è creato impatto sull'attività sportiva dei coinquilini del Paladelmauro ad oggi siamo molto soddisfatti di quanto realizzato e di poter regalare questo gioiello alla Sandro Abate". 

Sezione: Futsal / Data: Mer 23 settembre 2020 alle 19:37
Autore: Marco Costanza
Vedi letture
Print