Intervenuto in diretta al programma KickOff, su Teleblu, il direttore del Foggia, Ninni Corda, ha detto la sua sulla gara contro l’Avellino: “Sono molto arrabbiato perché si può perdere così ma con un atteggiamento diverso. È subentrata forse un po’ di presunzione nelle ultime partite. Dal punto di vista delle motivazioni è stato un passo indietro. È stata la partita più brutta quella contro l’Avellino e anche il mister si è molto arrabbiato”.

Poi aggiunge: “Quando si perdono partite così contro una squadra dove c’è rivalità tra le tifoserie mi fa arrabbiare ancora di più. Scoramento non lo penso affatto. La cosa positiva è che giochiamo subito e sicuramente ci sarà una reazione con una partita di carattere e grinta. Abbiamo dimostrato che possiamo vincere anche con squadre più forti di noi. All’andata non abbiamo fatto una brutta prestazione. È mancata anche l’attenzione che ci ha fatto fare una brutta figura”.

Infine conclude: "Non entrare in partita davanti alle telecamere della RAI non è stato molto bello. Tutti i giocatori sono responsabili dopo questa brutta prestazione soprattutto i più grandi. Di Stasio non ha colpe anzi aveva una spalla che non stava bene e ha voluto giocare lo stesso. L’ambiente non deve essere cupo ma si deve responsabilizzare perché indossano una maglia gloriosa come quella del Foggia. I giocatori devono prendersi le loro responsabilità soprattutto quando si indossa una maglia in una piazza come Foggia”.

Sezione: L'Avversario / Data: Sab 20 febbraio 2021 alle 15:23
Autore: Marco Costanza
Vedi letture
Print