l avversario

Piergallino (Tuttoturris) a TuttoAv: “La Turris scacciagrandi vuole ripetersi nel girone di ritorno”

In vista del derby di domenica contro la Turris, per conoscere punti di forza e di debolezza dei corallini e fare il punto della situazione, abbiamo ascoltato Vincenzo Piergallino, direttore del sito Tuttoturris.com. "Dopo un girone...

redazione TuttoAvellino

In vista del derby di domenica contro la Turris, per conoscere punti di forza e di debolezza dei corallini e fare il punto della situazione, abbiamo ascoltato Vincenzo Piergallino, direttore del sito Tuttoturris.com. "Dopo un girone d’andata al di sopra delle attese, culminato con ben 27 punti ed un percorso stabile in zona playoff, la Turris proverà a ripetersi anche nella seconda metà della stagione, nell’intento di raggiungere la salvezza diretta quanto prima possibile - ci ha detto -. Fin qui i corallini si sono guadagnati l’etichetta di squadra “scaccia grandi”, avendo fermato, ad eccezione del Catanzaro, tutte le squadre che lottano per i quartieri alti della classifica. Nello specifico, vanno segnalati i pareggi esterni con Avellino, Catania, Foggia, Bari e Ternana, oltre al colpaccio al Barbera contro il Palermo.Tra l’altro, i numeri dicono che la Turris si esalta maggiormente in trasferta, contro squadre che hanno l’onere di dover fare la partita e di scoprirsi, potendo colpire in profondità con le accelerate di Pandolfi, attuale capocannoniere dei corallini insieme a Giannone con sei reti all’attivo, finito nel mirino di varie compagini della massima serie, su tutte Napoli, Crotone, Sassuolo e Benevento.La truppa di mister Fabiano ha subito una metamorfosi tattica in itinere, passando dal 4-3-3 iniziale al 3-5-1-1, modulo con il quale sembra aver trovato la propria quadratura. Nel pacchetto arretrato agiscono gli esperti Rainone, Di Nunzio e Lorenzini. In mediana spazio a due costruttori di gioco come l’ex Empoli Signorelli e la rivelazione Franco, affiancati dall’ex Catanzaro Tascone. Sugli esterni l’ex Avellino Da Dalt ed il giovane Esempio, classe ’99 cresciuto nel settore giovanile della Turris. In avanti il fantasista Giannone a supporto di Pandolfi".

Che partita sarà? "Mi aspetto una partita maschia, equilibrata, dove la Turris proverà ad approfittare delle situazioni di gioco nelle quali si esalta, vale a dire la ripartenza fulminante. In tal senso, potrebbe concedere anche volutamente il pallino del gioco all'Avellino, in modo da creare i presupposti per attaccare lo spazio nei capovolgimenti di fronte".