La Ternana è la vera squadra da battere nel girone C della serie C. I rossoverdi, inarrestabili, hanno vinto tutti gli scontri diretti sin qui e sono in fuga. Al Corriere dello Sport parla il tecnico, Cristiano Lucarelli: "Da poco ho scoperto che i ragazzi che vengono ad arbitrarci in Serie C prendono 120 euro a partita. Se va bene e ne fanno quattro in un mese, racimolano meno di 500 euro. Sono ragazzi che lavorano, a volte costretti per questo a fare sacrifici e a saltare gli allenamenti. Ecco, da quel momento il mio atteggiamento verso gli arbitri è cambiato radicalmente. Adesso ho un ben altro rispetto. 

Noi abbiamo appena completato un terzo del cammino, davanti ci sono 24 campionati di una giornata ciascuno, o due step di altrettante dodici gare. La pagnotta va ancora conquistata. Per ora siamo riusciti a mettere in campo buona parte delle doti del nostro organico. Forse lo abbiamo fatto meglio della concorrenza che, però, resta valida e della quale non mi fido. Mai sentito di squadre che fanno un avvio boom e poi flettono? Il nostro segreto è avere sempre fame.
E’ una caratteristica della Serie C. Non tanto tempo fa è capitato all’Alessandria, qualcosa di simile l’ho visto io a Catania con il Lecce che poi ha fatto filotto e dalla C è salito in A. Certo, poi ci sono i casi come la Reggina che ti dicono il contrario. Ma in un campionato così ricco qualitativamente, meglio non dare alcunché di scontato.
 
Ma Lucarelli deve ancora vincere adesso. Sarebbe da presuntuosi sostenere che top club come Bari, Catania, Palermo, Catanzaro, Avellino e Juve Stabia sono già fuori dai giochi per la promozione diretta". 

Sezione: Le altre di Lega Pro / Data: Mar 24 novembre 2020 alle 10:51
Autore: redazione TuttoAvellino / Twitter: @tuttoavellinoit
Vedi letture
Print