news

Avellino, gli auguri a Luigi Silvestri. I numeri del “bad boy”

Avellino, gli auguri a Luigi Silvestri. I numeri del “bad boy”

Con un post sui social l'Avellino ha augurato buon compleanno al difensore Luigi Silvestri. Il centrale ha compiuto oggi 28 anni, classe 1993.  Un giocatore importante per la retroguardia di Braglia, schierato per emergenza anche sulla...

Marco Costanza

Con un post sui social l'Avellino ha augurato buon compleanno al difensore Luigi Silvestri. Il centrale ha compiuto oggi 28 anni, classe 1993. 

Un giocatore importante per la retroguardia di Braglia, schierato per emergenza anche sulla sinistra in alcune partite. Ha dimostrato tutta la sua tenacia, caparbietà, forza fisica e irruenza. 

Silvestri ha delle qualità interessanti. Lo stesso Braglia, stamane in conferenza stampa (qui per leggerla), lo ha ammesso: "Per me Silvestri può anche ambire ad altre categorie come la Serie B, ma deve lavorare sull'aspetto mentale e anche limitarsi a fare il suo compito, senza prendersi altre licenze". 

Silvestri in effetti è un difensore che dal punto di vista difensivo, è un vero muro, mantiene bene la posizione, abile nell'uno contro uno, è dotato di una buona forze fisica. Spesso però ha commesso diversi errori quando prova a fare cose che magari il suo repertorio tecnico non gli consente. Licenze, che alcune volte hanno causato anche il gol per gli avversari, quando magari prova a fare cose non ancora nelle sue corde, ovvero provare ad impostare, spesso regalando palla agli avversari in transizione, causando ripartenze pericolose, tramutate in gol. Questo è un aspetto importante da migliorare, così come quello caratteriale, dove spesso è troppo irruento e si fa prendere dall'istinto, come ammesso dallo stesso difensore e dal mister Braglia. Un espisodio in particolare che lo ha visto protagonista, su questo punto di vista è stato a Pagani, quando commise un'ingenuità e costrinse i lupi in 10. Per il resto, un girone di andata sulla sufficienza, può e deve migliorare ancora molto, ma spesso ha subito troppe critiche anche ingiuste. 

Una delle qualità più importanti di Silvestri è il colpo di testa, molto bravo anche in fase offensiva. In 13 presenze ha messo a segno anche un gol, quello contro il Bisceglie nel successo per 4-2 dei lupi. Il gol non gli manca, nel 2018-19, su 21 presenze 2 gol nella Vibonese. 

Con il lavoro e la determinazione, Silvestri può essere un elemento importante della difesa biancoverde in questo girone di ritorno. Tanti auguri "bad boy", con la speranza che possa migliorare ancora molto sotto tutti i punti di vista.