news

Baclet: “L’Avellino non è favorito, come non lo eravamo noi del Cosenza. Ma c’è Braglia, che difficilmente sbaglia queste partite”

Alain Baclet, attaccante del Potenza, è intervenuto alla trasmissione Calcio d'Inizio di Sportchannel 214, parlando dei playoff e del fattore Braglia, che con il Cosenza, nel 2018, fu decisivo, insieme allo stesso attaccante francese,...

Marco Costanza

Alain Baclet, attaccante del Potenza, è intervenuto alla trasmissione Calcio d'Inizio di Sportchannel 214, parlando dei playoff e del fattore Braglia, che con il Cosenza, nel 2018, fu decisivo, insieme allo stesso attaccante francese, per la promozione in Serie B.

Queste le sue parole: "Il Padova è obiettivamente più forte, anche se nell'Avellino mi sembra di rivedere il Cosenza di 3 anni fa, occhio al fattore Braglia. Noi non eravamo favoriti 3 anni fa, così come non lo è l'Avellino, ma c'è Braglia. Il mister difficilmente sbaglia queste partite. Poi ha una facilità di riuscire a fare gruppo con i suoi giocatori. Io una gestione del gruppo così, in carriera, non l'ho vista quasi mai quando ero al Cosenza. Io sono fiducioso, l'Avellino ha una grande forza di testa. Braglia inoltre è bravo a trasformare le situazioni esterne in vantaggio. Per esempio, ieri ho letto delle bestemmie, delle squalifiche, vedrete che Braglia trasformerà tutto questo in una cattiveria agonistica che farà bene all'Avellino. Io vedo uno 0-0 a Padova e un 2-0, o 2-1 ad Avellino per i lupi".