Incredibile allo "Zini". L'Avellino esce sconfitto contro la Cremonese dell'ex Attilio Tesser. Non vanno giù le decisione del direttore di gara Ghersini. Nella prima frazione di gioco, i grigiorossi, avevano chiesto un rigore per fallo di mano. Il direttore di gara non è stato dello stesso parere.

Nel secondo tempo, invece, Ghersini ha graziato Camarà reo di aver commesso un fallaccio su Croce. L'episodio cruciale della gara è accaduto in pieno recupero, il neo entrato Asencio, aveva anticipato Ravaglia in uscita il portiere grigiorosso cade a terra e l’arbitro segnala il fallo a favore della Cremonese. Novellino infuriato ed incredulo. Un gol che poteva valere il pareggio per l'Avellino, visto che il portiere era arrivato già scarico sullo stacco aereo dell'ex Genoa.

Sezione: News / Data: Dom 03 settembre 2017 alle 22:58
Autore: Antonio Tedeschi
vedi letture
Print