Massimo Loviso, ex centrocampista, tra le altre, di Torino, Bologna, Lecce, nel 2018 era nel Cosenza di Braglia che ottenne la promozione in B. Il giocatore è stato intervistato da Sportchannel 214 e ha parlato anche di questo Avellino. 

Queste le sue parole: "Con il Cosenza abbiamo fatto qualcosa di straordinario nel 2018, ci siamo classificati come quinti, un campionato tra alti e bassi ma poi arrivammo ai playoff con una condizione magica, un gruppo perfetto, ed eravamo imbattibili. Il gruppo è fondamentale per provare a vincere. L'Avellino può essere quel Cosenza? Non saprei, con Braglia però tutto può succedere. Il mister ci ha dato solidità e grande mentalità vincente, si vedeva che era uno che sa come vincere e anche ad Avellino darà sicuramente tanto con la sua esperienza". 
Il turnover: "All'epoca non si giovava ogni 3 giorni come oggi, visto che c'è anche il Covid e quindi è davvero molto difficile. Con noi ruotava il giusto".  
Sul campionato: "La Ternana sta facendo qualcosa forse mai successo nella storia, ha un parco giocatori incredibile. L'Avellino è una squadra molto organizzata, con un giocatore di un certo tipo, e se la lotterà con squadra come Bari, il Catanzaro, il Palermo". 

Riforma dei campionati: "Io penso che il calcio sia diminuito di qualità, anche in mancanza di una categoria come la C2. Ora si cerca di tornare ad un buon livello. Come dice Gravina, più qualità c'è, meglio è". 

Sezione: News / Data: Ven 26 febbraio 2021 alle 19:38
Autore: Marco Costanza
Vedi letture
Print