L'uomo di mercato in casa Scandone, in questo momento, non è un giocatore ma il dirigente Marco Aloi. Il direttore operativo della Sidigas pare, infatti, che abbia suscitato l'interesse della Lega Basket e del neo presidente Marino che vorrebbe assegnargli un incarico simile a quello che già svolge ad Avellino. In tal caso, Aloi sarebbe impossibilitato a proseguire la sua avventura in biancoverde: "La possibilità di un doppio incarico è molto remota - spiega il direttore operativo della Scandone ai microfoni de Il Mattino - . Al momento, però, non c'è nulla di concreto, La Lega è alla ricerca di una figura in grado di ricoprire l'incarico di direttore operativo, che abbia spiccate predisposizioni al marketing e che sia interno al mondo del basket. Non è detto, però, che questa figura sia io.

Non mi è pervenuta nessuna proposta da parte del presidente. Non nascondo, però, che se dovesse esserci una richiesta di disponibilità la ascolterei con attenzione. Ho parlato con De Cesare, un rapporto di profonda stima ci unisce e, dunque, era giusto che gli fossero spiegate queste voci. Ad Avellino abbiamo un progetto importante che andrà avanti ed una proprietà solida e rispettata. Le difficoltà non mancano ma cercheremo di superarle proponendo agli elementi che ci interessano un progetto duraturo e di qualità".

Sezione: Basket / Data: Mar 17 giugno 2014 alle 17:44
Autore: Carmine Roca / Twitter: @carm_roca
vedi letture
Print