basket

La Scandone si arrende a Reggio Calabria: la Viola vince gara uno 78-64

La Scandone si arrende a Reggio Calabria: la Viola vince gara uno 78-64

Il conto alla rovescia è finito. Al Palacalafiore inizia la strada tortuosa verso la salvezza della Scancone. Contrio i ragazzi di Bolignano, Riccio e compagni hanno la chance con una vittoria di portare la serie ad Avellino. Il match:...

Alfonso Marrazzo

Il conto alla rovescia è finito. Al Palacalafiore inizia la strada tortuosa verso la salvezza della Scancone. Contrio i ragazzi di Bolignano, Riccio e compagni hanno la chance con una vittoria di portare la serie ad Avellino.

Il match:

Subito Gobbato sblocca subito la contesa, Avellino risponde con Thomas Monina. Tripla per Genovese, due ancora di Monina. La Viola dopo un inizio titubante si sblocca in avanti con Mascherpa e Gobbato e rifila il primo brek di 5 a 0. 9 a 4 per i calabresi al 4’. Barrile e Gobbato, allungano a più sette 13-6 a due minuti dalla prima sirena. Fall e soprattutto il terzo fallo di Monina sono una tegola per i lupi. Ilo centro è un fattore e firma il 19 a 13 del 10’.

Sempre Fall apre anche il secondo quarto. Avellino a questo punto spinta da Sousa e Ani trova un brek di nove a zero ed il vantaggio. I calabresi rispondono colpo su colpo, le triple di Genovese, Mascherpa e Barrile, più un sontuoso Fall sotto le plance riportano i padroni di casa in vantaggio. Timeout Robustelli. Ancora Gobbato ad andare a refrto, Costa sfrutta nel finale sono uno dei due liberi a disposizione. Al 20' è 44-37 per la Viola.

Il terzo quarto si apre con il canestro di Marra. Genovese piazza due bombe che ammazzano la difesa dei lupi. Mascherpa allunga sul 55 a 39. Timeout Robustelli. Sousa spezza il brek, ma Genovese spinge la Viola a sedici punti di vantaggio (57 a 41 al 25’). Avellino in difesa va in apnea, Fall addirittura fa volare a più 21 i padroni di casa. Avellino con Marra e Riccio dimezzano il gap. La guardia partenopea firma il brek di sette a zero che determina il 63 a 49 del 30’.

Due triple consecutive di Giampaolo Riccio e Fabrizio Trapani, riportano la Scandone a -8 (63-55 al 32’). Risponde Reggio Calabria con un libero su due di Giulio Mascherpa e i primi due punti della gara di Luka Sebrek (66-55 al 34’). Sousa fa 2/2 dalla lunetta, ma una tripla ancora di Sebrek riporta Reggio a più 12 (69-57) a quattro minuti dalla fine, prima dei due tiri liberi per Barrile. Robustelli chiama timeout ma non basta. Al Palacalafiore finisce 78  a 64