basket

La Viola piega i lupi 79-52, la Scandone deve salvarsi al secondo playout

La Viola piega i lupi 79-52, la Scandone deve salvarsi al secondo playout

La Scandone perde la prima finalissima per la salvezza a Reggio Calabria. La Viola affossa i lupi 79-52 La gara – Genovese, Fall e Mascherpa mettono Avellino a tacere sin dalle prime battute del match, la Scandone non trova la via del...

Alfonso Marrazzo

La Scandone perde la prima finalissima per la salvezza a Reggio Calabria. La Viola affossa i lupi 79-52La gara - Genovese, Fall e Mascherpa mettono Avellino a tacere sin dalle prime battute del match, la Scandone non trova la via del canestro complice una grande difesa della Viola. 11 a 0 dopo i centri di Barrile e Fal. Marra dopo oltre due minuti sblocca i lupi ma non basta, Gobbato sigla un gioco da tre, Robustelli chiama timeout. Cosra e sigla un brek di 5 a 0 ma non basta. Reggio chiude 27 a 12 il primo periodo.

Sousa accende la fiammella, ma un brek di zero di Sebrek e Barrilla, costringono ad un nuovo timeout Robustelli ma la Scandone non trova punti. Altri quattro per Genovese ed il tabellone recita 39 a 18 al 17esimo. I liberi di Monina e la penetrazione di Riccio spezzano il parziale di Reggio Calabria e ridanno ossigeno ad Avellino. Barrile non ci sta e toppa subito il tentativo di reazione degli ospiti segnando il nuovo +19. A fil di sirena arriva il canestro di Monina: si va al riposo sul 41-24.

Nel terzo periodo non si va a segno nei primi due minuti, poi si scatenano da tre Genovese e Gobbato che spingono la Viola verso la permanennza in B. Ani e Sousa cercano di limare il gap, ma la Viola continua a correre con capitan Barrile: 53-29 al 26'. La Scandone perde la testa, Marra viene espulso dopo un fallo a palla lontana su Roveda. Il tabellone al 30' recita 65-40, si va così all’ultimo riposo. Nell'ultimo periodo solo Genovese a referto, Avellino è la brutta copia di gara 3 a gara 4. Solo dalla lunetta Monina e Costa griffano punti per Avellino- E' 70 a 48 al 34esimo.Il garbage time continua fino al 40esimo, ma il vantaggio della Viola tocca anche un imiliante più 30 sul 79 a 49. La gara si chiude con la tripla di Ani 79  a52. Scandone al secondo playout.