Eccellenza - La Virtus batte il Faiano ed ipoteca la salvezza

17.02.2019 20:24 di Alfonso Marrazzo   Vedi letture
Eccellenza - La Virtus batte il Faiano ed ipoteca la salvezza

La Virtus Avellino torna alla vittoria contro il Faiano e spezza la striscia negativa delle ultime due settimane ritornando a fare punti preziosi per tirarsi fuori dalla zona calda della classifica. Decide un gol di capitan Cucciniello che con un preciso destro dal limite batte Senatore e regala i tre punti alla squadra di mister Criscitiello. 

Sotto un cielo limpido e una temperatura piacevole una Virtus Avellino in versione Tecnhicolor (cambierà casacca per ben due volte) scende in campo convinta di poter fare risultato contro un Faiano costretto a fare a meno di Merola e disposto in campo con un undici compatto e molto guardingo. Dopo un giro di lancette gli irpini bussano già alla porta di Senatore. Modano si inserisce alla grande tra le maglie della difesa ospite, ma a impatta male di testa sul cross di Gaita e manda la palla alta sulla traversa. Il primo siparietto legato ad una scelta errata delle divise in campo delle due squadre arriva al secondo minuto. La Virtus si vede costretta a giocare con le casacche rosse per evitare confusione alla terna arbitrale. Alla ripresa del gioco è il Faiano a rendersi pericoloso con Di Giacomo che svetta su corner battuto dalla destra. Il suo colpo di testa, però, finisce sull’esterno della rete. La nuova scelta cromatica regge per pochi minuti e si decide di virare sul più comprensibile giallo. Nuovo stop e nuova ripartenza di gioco con gli ospiti che si ripresentano in area virtussina. Senatore si libera per il tiro ma De Matteis non si lascia sorprendere e para in due tempi. Al 33esimo viene ammonito Viscido per intervento in ritardo su Costabile.

Al 38esimo arriva un’occasione ghiotta anche per la Virtus Avellino e capita sui piedi di Russomanno che in girata la spara alta da posizione favorevolissima. E’ solo il preludio al gol che arriva 5 minuti dopo con capitan Cucciniello che raccoglie da fuori area e di destro trafigge Senatore. Veementi arrivano le proteste del Faiano ma l’arbitro convalida e ammonisce anche Pellegrino per comportamento non regolamentare. Attimi di paura in chiusura di primo tempo quando un violento scontro aereo tra Romano e Russomanno interrompe il gioco. Vistoso taglio alla testa per il centrale salernitano. Brutta botta alla tempia per il bomber irpino che deve lasciare il campo in barella per le cure del caso. Al suo posto entra il baby Mariconda. Il secondo tempo parte con 15 minuti di ritardo rispetto l’orario federale a causa dei tanti stop accorsi nella prima frazione di gioco e il Faiano torna in campo con Imperiale e Martinelli al posto di Romano e Costabile. Al 55esimo Gaita potrebbe raddoppiare ma arriva di pochissimo in ritardo all’appuntamento con il pallone. Il cross di Ammendola non trova la sua testa e il Faiano tira un sospiro di sollievo. Al 60esimo esce Celentano per Cibele e dieci minuti dopo anche Modano per La Pietra. Risponde il Faiano con al 73esimo con Maisto e Senatore che si siedono in panca per far posto a Liberto e Orrico. La partita si addormenta e si registra solo l’infortunato del solito generosissimo Viscido che deve lasciare il campo a DeSimone. Al 89esimo si riaffaccia il Faiano con Pellegrino. La sua percussione in area si conclude con un tiro che esce lontano dal palo e prima dello scadere si accomoda in panca anche uno sfinito Gaita per DeMaio. La gara scivola via fino al triplice fischio dell’arbitro senza ulteriori scossoni. La Virtus torna alla vittoria e può prepararsi serenamente alla trasferta in casa del Cervinara.