Frasi razziste, parla l'arbitro Pagliarulo: "Contesto ogni addebito e mi riservo ogni azione per tutelare la mia immagine"

28.01.2019 18:35 di redazione TuttoAvellino Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Frasi razziste, parla l'arbitro Pagliarulo: "Contesto ogni addebito e mi riservo ogni azione per tutelare la mia immagine"

“Contesto fermamente ogni addebito e mi riservo ogni azione a tutela della mia immagine”. A parlare è Francesco Pagliarulo, l'arbitro 18enne della sezione di Aia di Ariano Irpino accusato di aver proferito frasi razziste al portiere del Serino Calcio, Gueye Ass Dia, 25enne originario del Senegal. 

Pagliarulo ha ottenuto l’autorizzazione del commissario regionale della Lega Dilettanti, Luigi Barbiero e in un comunicato inviato all’Ansa, ha spiegato che quanto accaduto nel match e nel dopo gara Serino-Real Sarno "sono stati oggetto cronologicamente di un’ampia e puntuale relazione agli organi federali competenti”.

"La disamina puntuale da parte degli organi inquirenti e di giustizia sportiva farà piena chiarezza su tutto quanto accaduto e sulle responsabilità dei singoli”, ha concluso il giovane direttore di gara. Intanto il presidente del Serino Trotta e il calciatore Ass Dia hanno annunciato di voler querelare Pagliarulo.