Conferenza stampa di mister Piero Braglia che commenta il momento dell'Avellino in vista del derby con la Casertana e dopo la vittoria roboante con il Foggia. Il mister è tornato anche sulle "polemiche" post Juve Stabia. 
Queste le sue parole: "Sarà una partita difficile con la Casertana, stanno molto bene, sono una squadra molto veloce, abile nelle ripartenze. Nelle ultime partite ne hanno vinte 7 su 9, in casa 4 su 5 togliendo quella con la Viterbese quando giocò in 9 contro 11. Sappiamo che se vogliamo fare risultato dobbiamo giocare al meglio delle nostre possibilità. Noi siamo in un buon momento, abbiamo la fortuna di schierare tutti (a parte Errico) e quindi bisogna continuare così". 
Identità tattica: "Abbiamo trovato una giusta identità, difficile andare a cambiare al di là degli avversari. Noi andremo a fare la nostra gara come fatto anche ad altre parti. Noi dobbiamo avere il giusto atteggiamento visto con il Foggia. Io dico che in partita, anche quando fai bene, la verità è sempre nel mezzo. Con il Foggia noi abbiamo fatto una gara perfetta e loro hanno fatto male, con qualche infortunio anche del portiere. Le partite poi sono anche fatte di episodi. Poi gli episodi girano, le partite vanno lette, perchè basta un niente. Ci sono tante partite nelle partite, basta un niente per far rovinare i piani di quello che si è preparato. Se c'è un momento particolare della gara, bisogna essere bravi a leggerlo e porre i rimedi". 
Lo sfogo dopo Castellammare: "Io non voglio andare oltre, non ho più nulla da dire, ho chiarito con chi dovevo, al ragazzo che mi ha fatto le domande ho chiesto scusa. Non sono un tipo permaloso, ho tanti difetti, ma non quello. Per me è chiusa, sono una persona perbene e non voglio andare oltre. Non ce l'ho con i tifosi e i giornalisti. Voi giornalisti avete anche il ruolo di creare entusiasmo nell'ambiente. C'è stato un periodo, quando ci mancavano 12 giocatori e si andava male, nessuno lo sottolineava. Chiedetevi, come mai io firmo sempre per un anno, perchè ho sempre la valigia pronta: perchè è giusto così. Da parte mia polemica chiusa, potete scrivere quello che volete, si pensa alla squadra, che sta facendo bene  e vuole continuare così". 
Rotazioni: "Maniero e Fella stanno bene ma io continuo a farli ruotare. Se qualcuno non mi convince lo tengo fuori. Sono tutti importanti. De Francesco? Un valore aggiunto, non mi mette in difficoltà il suo recupero. Sarà importante nelle rotazioni". 
Il prossimo turno: "Pensiamo a noi, so che ci sono diversi scontri diretti ma non dobbiamo guardare i risultati. Se noi ci fa bene degli altri ce ne freghiamo". 
Forte e Miceli: "Stanno facendo bene, siamo contenti, venivano da infortuni e momenti non semplici, ma ora stanno bene. La quadratura del reparto difensivo ci fa piacere, quando si costruisce una casa si parte dalle fondamenta e la difesa è la fondamenta di una squadra". 
La Casertana: "Hanno delle caratteristiche importanti, dobbiamo fare una partita intelligente, già all'andata ci hanno messo in difficoltà. Ma noi stiamo bene". 
Su Guidi: "Sapevo che era bravo, è stata brava anche la società ad aspettarlo, a gennaio con il mercato è stata migliorata la squadra. Sta facendo bene, ha delle idee e si vedono". 
La Primavera: "Tutte le società sperano di tirare dal settore giovanile elementi validi. Faccio l'in bocca al lupo al mister per l'inizio del campionato". 
 

Sezione: Copertina / Data: Ven 19 febbraio 2021 alle 11:56
Autore: Marco Costanza
Vedi letture
Print