copertina

Braglia: “Primo tempo male, eravamo nervosi. Nel secondo tempo viste ottime cose”

Braglia: “Primo tempo male, eravamo nervosi. Nel secondo tempo viste ottime cose”

A commentare il netto successo dell'Avellino sulla Viterbese, in sala stampa ha parlato il tecnico dei lupi, Piero Braglia.  Queste le sue parole: "Abbiamo fatto uno step importante anche se abbiamo fatto molta fatica nel primo...

Marco Costanza

A commentare il netto successo dell'Avellino sulla Viterbese, in sala stampa ha parlato il tecnico dei lupi, Piero Braglia. Queste le sue parole: "Abbiamo fatto uno step importante anche se abbiamo fatto molta fatica nel primo tempo, dove loro ci hanno chiuso tutto gli spazi e ci hanno studiato bene. Noi eravamo anche nervosi e siamo partiti troppo impacciati. Chiaro che dopo il gol dell'1-0 è cambiato tutto, loro si sono aperti, abbiamo trovato maggiori spazi, giro palla più veloce e una volta passati in vantaggio c'è venuto tutto bene. Ieri ai ragazzi l'ho detto, non interessava  la sconfitta del Bari. Noi dovevamo vincere e basta. A cinque giornate dalla fine vedremo cosa farà il Bari e dove siamo noi. Oggi interessava il nostro successo, lo abbiamo fatto bene, con bei gol. Il gol di D'Angelo è tanta roba, quello di Santaniello anche, un'azione molto bella". Il vero Avellino: "Io l'ho sempre vista la mia squadra, ho sempre lavorato bene, anche quando ci mancavano 12 giocatori. E' chiaro che a tutti interessano solo i risultati ma non è proprio così, perchè se ti mancano 12 giocatori cambia la squadra. La squadra c'è sempre stata, poi se ci aggiungi un Carriero che non sarà bello a vedere ma è una ruspa e Illanes, che ci da una bella mano, allora la squadra è viva. Non abbiamo fatto nulla, bisogna lavorare e pedalare e stare zitti. C'è tanto da migliorare e questa squadra può farlo ancora". Su Adamo: "Ha cuore, ha dato tutto in queste settimane, da un sostegno sempre, lo vedo sempre sorridente e oggi doveva stare fuori, rifiatare".