Non c'è mai fine al peggio. Sfruttando il periodo carnevalesco, Izzo e Circelli sono i protagonisti di una "tarantella" che rischia di non avere vincitori, ma un solo vinto: l'Avellino. 

Oggi è in programma l'appuntamento dal notaio per risolvere la questione societaria. Sarebbe prevista il passaggio del 50% delle quote in possesso di Circelli e della Innovation Football a Luigi Izzo, ma date le premesse mattutine (comunicato stampa, l'ennesimo, del presidente che è sembrato un atto di resa di fronte alla mancata presentazione della documentazione richiesta) non lasciano sperare in nulla di buono.

L'appuntamento dato da Izzo a Circelli e Riccio è alle 15, in uno studio notarile a San Gennaro Vesuviano, in provincia di Napoli. Se i tre protagonisti dell'assurda querelle si presenteranno o meno all'appello è ancora un mistero. 

Intanto la Figc, la Covisoc e la Lega Pro attendono l'Avellino al varco.

Entro mercoledì parte dei soci del club biancoverde dovranno presentare i documenti relativi alla solvibilità bancaria non ancora inviati. Ricordiamo che proprio Riccio e Circelli sono stati già rimandati e che l'Avellino rischia il blocco dell'operatività, che successivamente si trasformerebbe in incapacità di fare fronte agli impegni economici fino al termine della stagione. 

Significa che entro il 16 febbraio non si riuscirebbe a pagare stipendi e contributi ai propri tesserati relativi al secondo trimestre (1° ottobre – 31 dicembre). In caso contrario arriverebbe prima il deferimento e poi la condanna da parte del Tribunale Federale Nazionale entro la fine di marzo, per un totale di 4 punti in meno da scontare nel campionato in corso.

Infine, c'è l'aspetto Partenio-Lombardi da non sottovalutare. Ad oggi non è stato installato neppure uno dei sediolini in Tribuna Terminio tanto meno sono state sostituite le sedute individuali in Montevergine. La proroga concessa all'Avellino, grazie al buon lavoro svolto da Filippo Polcino è agli sgoccioli. Anche in questo caso il rischio è grosso: gare interne a porte chiuse

Sezione: Copertina / Data: Lun 10 febbraio 2020 alle 13:18
Autore: redazione TuttoAvellino / Twitter: @tuttoavellinoit
Vedi letture
Print