Massimo Rastelli a fine partita parte dallo screzio finale tra Tito e Kanoute: "Un po' di nervosismo nel finale, ci sta, ci tenevamo a portare a casa un risultato positivo, un piccolo battibecco tra di noi, cose che succedono ma meglio evitare e ho cercato di calmare i giocatori. Credo che il pari sia giusto, abbiamo onorato la gara sia noi che il Foggia, entrambe volevamo vincere, ci sono state occasioni da ambo le parti, il pareggio è il risultato più giusto. Abbiamo dato continuità di risultati e prestazioni e venire qui a fare questa prestazione e portare via un punto è tanta roba. Questa è una categoria in cui l'agonismo conta molto ma abbiamo anche buone qualità e le abbiamo fatte vedere.

Ma ci devi mettere anche aggressività, corsa, e lo abbiamo fatto contro un bel Foggia e sono contento della prestazione. Moretti e Auriletto non hanno sbagliato nulla, hanno fatto a sportellate contro gli attaccanti del Foggia, si sono aiutati, dimostrazione che poi quello che mi fanno vedere in allenamento lo fanno in campo, non ho avuto remore nel buttarli dentro. Il mio ruolo non è solo di allenarli ma di vederli e scegliere, viviamo di sensazioni e quando ti spingono a fare delle scelte che possono sembrare azzardate sono suffragate da quello che vedo in allenamenti. Il trequartista? Vediamo, piano piano...".

Sezione: Copertina / Data: Lun 07 novembre 2022 alle 22:36
Autore: Domenico Fabbricini / Twitter: @Dfabbricini
vedi letture
Print