L'Avellino tornerà al lavoro oggi pomeriggio, dopo la domenica di riposo concessa da Braglia, per preparare la sfida di sabato contro la Cavese, ultima a 8 punti e reduce dalla sconfitta a tempo scaduta contro il Palermo. Una sfida che sulla carta vedrebbe strafavoriti i biancoverdi, ma attenzione a non commettere l'errore di sottovalutare l'avversario: troppe volte in questo campionato la squadra ha affrontato col piglio sbagliato avversari di rango minore perdendo punti per strada. Al contrario la Cavese va affrontata con la carica e la convinzione dell'opportunità di poter consolidare il terzo posto, perché è proprio in queste sfide che l'Avellino deve mettere punti in cascina. Si riparte dalle buone indicazioni emerse da Teramo, dal ritorno al 3-5-2, modulo che anche in conferenza il tecnico ha ammesso di preferire al 4-4-2 provato nelle ultime partite; dagli inserimenti di Carriero e Baraye e dal recupero di Errico. In attesa che dal mercato arrivi ancora qualche pedina, magari Illanes o Idda, per rinforzare la difesa. Poi sarà questa la squadra che dovrà arrivare più in alto possibile in campionato: con la Ternana in fuga, appare verosimile provare a lottare per il secondo/terzo posto e dare poi tutto nei playoff.

Sezione: Dalla sede / Data: Lun 11 gennaio 2021 alle 11:15
Autore: Domenico Fabbricini / Twitter: @Dfabbricini
Vedi letture
Print