Se l'Avellino non ha ancora del tutto mollato la presa su Alessandro Di Paolantonio e ha riallacciato i rapporti con il suo procuratore, dall'altro si è scatenata una vera e propria asta sul centrocampista teramano. L'Avellino, se vorrà riportarlo a casa, dovrà sbaragliare una folta concorrenza, proveniente anche da categorie superiore. Da quanto ci risulta, infatti, in B lo richiedono tre club: Pordenone, Pescara e Frosinone. In 5 c'è la fila: oltre all'Avellino hanno chiesto informazioni Como, Perugia, Sambenedettese, Catania e Catanzaro. E per di piu' l'Avellino è quella che ha fatto l'offerta piu' bassa. Il giocatore e il suo procuratore, quindi, non hanno fretta, sceglieranno alla fine il progetto piu' interessante e l'offerta economica piu' vantaggiosa. Precedenza alla B ovviamente, mentre in caso di C l'Avellino avrebbe la precedenza sulle altre, visto che nella piazza irpina Di Paolantonio si è trovato bene e sa di godere di stima, ma gli irpini dovranno adeguare la loro offerta.

Sezione: Esclusive / Data: Gio 03 settembre 2020 alle 17:25
Autore: Domenico Fabbricini / Twitter: @Dfabbricini
Vedi letture
Print