Il fantasista dell'Ascoli Leonardo Morosini si è raccontato in una lunga intervista sul canale Instagram del giornalista Nicolò Schira. L'attaccante classe 1995 ha parlato dell'emergenza in corso e della sua carriera, passando anche dall'esperienza irpina.

CORONAVIRUS - "Sono ad Ascoli e tutta la mia famiglia è al Nord ad Alzano in una delle zone maggiormente colpite e quindi c'è sempre preoccupazione. Qui ad Ascoli si sta un po' meglio e devo dire che le persone stanno rispettando le regole. Il nostro sindaco, ad Ascoli, fu uno dei primi ad insistere per annullare lo scorso 22 Febbraio il match con la Cremonese, in quell'occasione solo quella partita di Serie B non si giocò. Lì per lì ci chiedevamo perchè non potessimo giocare ma col senno di poi dobbiamo rendergli atto di averci visto lungo. Io qui vivo da solo e sto imparando a stirare, cucinare e fare le faccende di casa".

IDOLO - "Alino Diamanti mio grande idolo. Non ho mai avuto un calciatore preferito in assoluto, ma sono un malato di calcio e ho avuto tanti campioni nel cuore. Da interista ho nel cuore tutti i campioni della mia Inter. Un nome secco? Per il ruolo Sneijder".

AVELLINO - "Quell'estate avevo tante offerte e dopo un lungo corteggiamento accetto Avellino su consiglio di Preziosi. Mi sono trovato benissimo in quella piazza, ero partito forte, peccato il grave infortunio che mi ha tenuto fuori sei mesi. Ho comunque un ricordo positivo della piazza biancoverde. Mi sono fatto male, lesionandomi crociato e menisco contro l'Empoli quando eravamo secondi in classifica. Un pubblico meraviglioso: per la passione e il seguito che c'è ti senti un giocatore del Real Madrid".

IZZO - "Armandino è un amico, avercene di giocatori come lui. In fase difensiva è un cane, tostissimo e difficilissimo da saltare. Poi è bravo anche a impostare palla al piede".

COMPAGNO PIÙ PAZZO - "Ardemagni nella top 10 sicuro. Alfonso è un trascinatore anche se l'anno scorso è stato più tranquillo rispetto ai festeggiamenti di Cittadella. Ricordo Edo Lancini, abbiamo diviso casa insieme 2 anni. Una sera sono rimasto in mezzo alla strada per due ore, perché lui aveva una ragazza da conquistare...".

Sezione: Ex biancoverdi / Data: Mer 01 aprile 2020 alle 12:33
Autore: redazione TuttoAvellino / Twitter: @tuttoavellinoit
Vedi letture
Print