L'ex calciatore dell'Avellino, e allenatore, Salvatore Sullo, è stato ospite della trasmissione di Irpinia News, Tifare Avellino è uno stile di vita. 

Tanti i temi toccati, sui playoff, il campionato dell'Avellino e tanto altro. 

Queste le sue parole: "Penso che ognuno bene o male ottiene quello che merita. Stiamo parlando di un secondo posto, a pari merito con il Catanzaro, che è stato avanti per un gol. Io sono della provincia, ma credo che ad Avellino si sia perso di vista una cosa importante. Quella di accettare il verdetto del campo. Io sarei orgoglioso di quello che è stato fatto. Questa squadra è partita in ritiro con 5-6 giocatori, tutti calciatori nuovi, che si è confrontata con gruppi che avevano anni di lavoro alle spalle. Quindi, ottenere un risultato del genere per me è un qualcosa di straordinario. Da allenatore, mi fido di Braglia, e nel momento in cui dice, che non conta tanto fare secondo o terzo, ma conta come si arriva ai playoff, allora mi fido di lui. Male che vada, che non si dovesse salire, si sono costruite le basi per il futuro. 

Da Braglia posso solo imparare, credo che l'Avellino abbia il migliore allenatore della Serie C. Al presidente D'Agostino lo ringrazio, da irpino, ora sono a Lapio, lui di Montefalcione, posso dirgli solo complimenti. Da avellinese non è facile prendere una squadra così seguita e amata e andare avanti. Immagino quelle che sono le pressioni e le tensioni, un impegno enorme, partendo dal settore giovanile, arrivando al nuovo stadio. La nostra è una città che ha poco o niente e costruire uno stadio nuovo ad Avellino è sintomo di coraggio". 

L'avversaria pericolosa: "La Triestina è una squadra molto forte, ha giocatori di altra categoria. Non esprime un grande calcio, ma su partita secca può fare la differenza. La Feralpi Salò è una squadra di qualità, ma non ha lo spessore della Triestina, poi la Pro Patria è una squadra sbarazzina e penso che sia alla portata. Occhio alla Juve Stabia, che forse al momento è la migliore squadra del girone C. La Pro Vercelli infine è una squadra molto giovane e che non ha nulla da perdere. Io farei però attenzione anche alla Juventus under 23, che se passa i primi 2 turni, può essere pericolosissima". 

Favoriti ai playoff: "Io penso che ci sono 5-6 squadre leggermente superiori alle altre e tra queste ci sono Avellino e Bari. Magari occhio a Padova e Alessandria, che si sono giocate la promozione fino all'ultima giornata. Se queste squadre ritrovano motivazioni ed energie, sono pericolosissime. Il Bari attenzione, ha fatto un campionato mediocre ma che se trova compattezza nei playoff è tra le candidate a salire. I playoff sono un campionato a parte". 
 

Sezione: Ex biancoverdi / Data: Mar 04 maggio 2021 alle 12:35
Autore: Marco Costanza
Vedi letture
Print