focus

Giovanni D’Agostino: “Il Palermo è l’avversaria più ostica che avremmo potuto pescare. Ci conosciamo, vogliamo batterli ancora”

Giovanni D’Agostino: “Il Palermo è l’avversaria più ostica che avremmo potuto pescare. Ci conosciamo, vogliamo batterli ancora”

L'amministratore unico dell'Avellino, Giovanni D'Agostino, ha parlato ai microfoni di Prima Tivvù parlando in merito del sorteggio che metterà di fronte Avellino e Palermo ai playoff.  Queste le sue parole:...

Marco Costanza

L'amministratore unico dell'Avellino, Giovanni D'Agostino, ha parlato ai microfoni di Prima Tivvù parlando in merito del sorteggio che metterà di fronte Avellino e Palermo ai playoff. 

Queste le sue parole: "Il mito del Renzo Barbera lo abbiamo già sfatato lo scorso 11 ottobre, con un bel 2-0. All'epoca eravamo molto in forma, oggi sono in forma loro. Ho visto un grande Palermo con Teramo e Juve Stabia e sono una bella squadra. Credo che sarà una gara con ritmi molto elevati e noi ci dobbiamo far trovare super pronti. Ora ci stiamo organizzando per la trasferta. Credo che tra il lotto delle squadre, il Palermo sia l'avversario più difficile che avremmo potuto pescare. Ho sentito i giocatori e mister Braglia, non dobbiamo temere nessuno, dobbiamo solo pensare a noi stessi e a quello che sappiamo fare, con grande attenzione e determinazione. Non vediamo l'ora di scendere in campo, c'è calore in città e provincia, c'è entusiasmo per questi playoff, l'iniziativa della Curva Sud di tappezzare la città e le provincia di biancoverde è stata ben accolta. E siamo felici". 

Ancora sui siciliani: "Li abbiamo battuti due volte su due, affrontare un  avvesario che già conosciamo va bene, ma anche loro conoscono noi. Abbiamo vinto sia lì che al ritorno, con quel gol fortunoso di Silvestri, e quindi avranno voglia di riscatto. Sarà una bella serie di playoff, tra due grandi piazze che meritano altri palcoscenici. Siamo pronti, non dimentichiamoci che scenderemo in campo con la maglia speciale di "Un lupo sulla pelle" con i nomi dei tifosi scritti sulla divisa biancoverde e siamo orgogliosi di questo". 

Sull'apertura degli stadi: "Con Ghirelli abbiamo chiesto anche se si può anticipare l'apertura degli stadi, visto che si potrebbe poi giocare il 28 maggio a porte chiuse e il 2 giugno poi a porte aperte. Speriamo che il governo e la Lega possano darci una mano in tal senso".