Ai microfoni di OttoChannel, Tonino Iandolo, allenatore della Primavera dell'Avellino ha fatto il punto della situazione sul settore giovanile biancoverde, chiedendo pazienza e sacrifico: "Il settore giovanile è una cosa seria. La società con la collaborazione di Damiano Genovese e l'avvocato Rescigno ha dato una nuova impostazione e in quaranta giorni sono state organizzate quattro squadre. L'Herme San Tommaso ci cura l'attività di base, piattaforma di partenza per il settore giovanile con ragazzi nati nel 2004 e 2005. La nostra Under 15 guidata da mister Bevilacqua ha ottenuto 6 punti in due partite, l'Under 16 guidata da Omobono ha fatto altrettanto, mentre l'Under 17 allenata da Dario Rocco non meritava di perdere le prime due partite contro Perugia e Palermo, ma qui si parla di un campionato più proibitivo.

La Primavera è stata riformata, composta per il 70% da calciatori di un anno più giovani rispetto a quelli di altre squadre. Quindi l'anno prossimo potremo ottenere risultati importanti. Quest'anno non soffermiamoci sui risultati, altrimenti non andremo da nessuna parte. Il nostro obiettivo è quello di far crescere giovani per la prima squadra". 

Sezione: Focus / Data: Gio 21 settembre 2017 alle 19:47
Autore: redazione TuttoAvellino / Twitter: @tuttoavellinoit
vedi letture
Print