Vendita U.S. Avellino: Circelli in pressing su Izzo, intanto il 16 dicembre si avvicina

05.12.2019 12:22 di redazione TuttoAvellino Twitter:    Vedi letture
Vendita U.S. Avellino: Circelli in pressing su Izzo, intanto il 16 dicembre si avvicina

Nicola Circelli e l'Ap Green prendono tempo e valutano con attenzione se investire capitali nell'acquisto dell'U.S. Avellino. Quelli che fino a ieri erano pronti a fare carte false pur di acquistare il club, ora tirano il freno a mano e aspettano. Intanto il tempo passa e se l'Avellino è realmente in vendita, qualcuno dovrà pur comprarlo, considerato che si è già in ritardo per iniziare a organizzare il pagamento di due mensilità e i contributi ai tesserati, per una cifra che si aggira intorno ai 230mila euro. Entro il 16 dicembre i calciatori e lo staff tecnico e dirigenziale devono aver ricevuto i bonifici, altrimenti scatterà una penalizzazione in classifica dai 2 ai 4 punti

E visto che le perplessità della cordata IDC erano dovute allo scarso margine di manovra per ottemperare agli impegni entro il 16 dicembre (secondo l'avv. Petrillo c'era tempo fino al 5 dicembre per il nero su bianco ed evitare la mannaia della Covisoc, e il 5 dicembre è oggi), si fa fatica a pensare che possa "avverarsi" questa benedetta cessione. 

Nelle ultime ore sembra prendere di nuovo piede la candidatura di Luigi Izzo, uscito di scena il 2 dicembre attraverso un comunicato stampa che interrompeva la trattativa per il passaggio della totalità delle quote dalla Sidigas alla cordata IDC. Circelli da solo non pare intenzionato a calarsi in un'avventura rischiosa, mettendo a questo punto in discussione - da parte dell'opinione pubblica - le reali capacità economiche dell'imprenditore di San Bartolomeo in Galdo, che ora starebbe pressando Izzo invitandolo a cambiare idea.

Resterebbe uno scoglio da superare, quel diritto alla recompra imposto da Gianandrea De Cesare, che Izzo pare non avere assolutamente voglia di accettare.