Raffaele Biancolino, ex attaccante dell'Avellino e attuale allenatore della Primavera biancoverde, ha parlato a Radio Punto Nuovo in merito al suo ottimo inizio con i lupacchiotti biancoverdi (4 vittorie su 4) e sull'Avellino di Michele Pazienza. 
Queste le sue parole: "Inizio straordinario, siamo contenti. Vanno fatti i complimenti ai ragazzi, alla società che ha messo a disposizione un parco giocatori importante. Questi ragazzi stanno crescendo, è una Primavera che sta crescendo. I ragazzi stanno rispondendo al lavoro, il nostro obiettivo è la crescita dei ragazzi e mettere a disposizione di Pazienza quanti più giocatori possibili alla prima squadra. Le tante convocazioni dei ragazzi in prima squadra fanno bene a tutti, perchè si cresce, allenandoti con grandi giocatori. Bisogna quindi dare il doppio o il triplo in Primavera per poi arrivare a giocare lì dove tutti desiderano. Fare nomi ora è anche ingiusto, per non dimenticare nessuno, per rispetto, diciamo che ne sono tanti che possono avere un buon futuro". 
Su Russo che dovrebbe aggregarsi alla Primavera dopo l'infortunio: "L'importante è vederlo, che poi sia in Primavera, e mi farebbe piacere, ma poi soprattutto in prima squadra, l'importante è che torni in campo, perché è un giocatore importante per l'Avellino". 
 Sull'Avellino dei grandi: "Quello che posso dire da quello che vedo, è che c'è entusiasmo.

Si respira l'aria giusta che ti porta alla vittoria. Poi il mister saprà quali tasti ha toccato per svoltare, sono cose di spogliatoio ed è giusto che se le tengano solo loro. Chiaro che sembra una squadra diversa anche se sono gli stessi uomini di qualche settimana fa". 
Su Pazienza: "Alle spalle abbiamo una società e una dirigenza forte, che ci tengono legati sempre e ci fanno sentire importanti. Con Pazienza il rapporto è ottimo, tranquillo, ci fermiamo molto spesso a parlare. Posso solo che fargli i complimenti per quello che sta facendo l'Avellino". 
Sul Catania: "E' una di quelle partite da giocare, per lo stadio, come importanza del match, come rivalità. Guai ad andare lì impauriti e a tirarsi indietro nei duelli. C'è da battagliare ma l'Avellino può fare bene". 

Sezione: Giovanili / Data: Ven 27 ottobre 2023 alle 18:00
Autore: Marco Costanza
vedi letture
Print