Ha parlato ieri in conferenza anche Ezio Capuano, allenatore del Potenza, che in vista della sfida di oggi alla sua ex squadra ha detto: "Giochiamo contro una delle squadre più forti in assoluto tra tutti e tre i gironi di C, costruita per vincere. Certo ci sono altre squadre attrezzate come Bari e Ternana, ma l'Avellino ha avuto qualche problema in più con il Covid, ma non va sottovalutata. Ultimamente è apparso imbarazzante ma il Potenza ha speso un decimo rispetto a quanto Di Somma ha fatto spendere a una dirigenza ancora inesperta. Ad Avellino ho vissuto un anno magnifico che non dimenticherò mai, i migliori amici che ho sono lì e li ho conosciuto grazie a questa esperienza. Noi dobbiamo fare punti per una classifica difficile, loro per tornare nella parte alta della classifica. Sarà una bella gara, loro sono allenati dal migliore della categoria, sarà una bella sfida, hanno anche recuperato dei calciatori. Che la fortuna ci assista".

Poi torna sull'esperienza in biancoverde: "Ho fatto un miracolo arrivando ai playoff, ma sono stato cacciato. Si voleva fare un campionato a vincere? Per me il risultato raggiunto vale come una promozione, non me ne sono mai fatto una ragione. Potevo campare di rendita ma non ho voluto pesare sulle casse dell'Avellino. Darei tanto, tantissimo per vincere contro l'Avellino ma solo perché ci servono punti, non serbo rancore. Non saremo la vittima sacrificale, qualcuno ha detto che non possono perdere proprio contro il Potenza. Se pensano di venire a fare una scampagnata lascino a case bibite e panini, ci sarà da lottare".

Sezione: L'Avversario / Data: Mer 02 dicembre 2020 alle 11:45
Autore: redazione TuttoAvellino / Twitter: @tuttoavellinoit
Vedi letture
Print