Farris (Budoni): "Tifo Lanusei, ma non ci sarà nessun biscotto. Ad Avellino a testa alta"

10.04.2019 13:00 di Ugo De Mattia   Vedi letture
Farris (Budoni): "Tifo Lanusei, ma non ci sarà nessun biscotto. Ad Avellino a testa alta"

Intervenuto ai microfoni di SportAvellino, il capitano del Budoni, Marco Farris, ha parlato in vista della prossima sfida del "Partenio-Lombardi" contro l'Avellino: "Siamo in periodo tutto sommato positivo. Tra di noi si respira un’aria tranquilla. Peccato per l’ultima gara contro l’Anagni. Purtroppo gli imprevisti ci sono, e si sa che quando si trovano squadre che giocano partite della morte, non è semplice fare risultato. Ma noi siamo il Budoni, e siamo abituati a disputare campionati del genere, soffrendo e lottando per la salvezza fino alla fine. Un bilancio del campionato? Positivo. Siamo partiti con molti calciatori esperti per la categoria, ma purtroppo diversi infortuni hanno complicato le cose. Soprattutto lo stop di Mauricio Villa, il nostro attaccante, ex capocannoniere del campionato di serie D. Tuttavia il nostro obiettivo è conquistare la salvezza, valorizzare i giovani, in particolare sardi, e crescere sempre di più”.

Sul testa a testa Lanusei-Avellino: “Essendo sardo, tifo per il Lanusei. È importante per noi portare avanti il nome della Sardegna nel mondo calcistico. Senza dubbio attualmente il Lanusei è ancora la favorita, ma l’esperienza in questo campionato mi ha insegnato a non dare nulla per scontato. Noi, per esempio, qualche stagione fa, facemmo perdere il campionato al Terracina, battendoli alla penultima giornata. Siamo abituati a capovolgimenti. In sostanza, reputo il Lanusei favorito, ma non mi stupirei particolarmente se l’Avellino riuscisse in un’incredibile rimonta. Attualmente è una corazzata. È ovvio che giocheremo tutte le partite al massimo. Non possiamo permetterci di andare a disputare i play-out. Non ci sarà nessun regalo, ogni partita è seria. Insomma, se serve sottolinearlo, non faremo nessun biscotto".

Sulla prossima sfida con l'Avellino: ”Ci aspettiamo un avversario feroce, forte, propositivo, che cercherà di mettere subito le cose in chiaro. Dopo aver accorciato dal Lanusei, e con un grandissimo tifo, cercheranno di volare sulle ali dell’entusiasmo. Noi, però, non dovremo farci trovare impreparati. Se si va ad Avellino a giocare per il pareggio, si perde in partenza. Sarà senza dubbio un onore per noi. Giocare al Partenio-Lombardi capita poche volte. Ma, a prescindere dallo spettacolo, dovremo badare poco alla cornice e non intimidirci. Usciremo dal campo a testa alta”.