Il tecnico del Foggia, Marco Marchionni, a fine gara, ha analizzato la sconfitta interna contro l'Avellino, la terza consecutiva dei satanelli. 

Queste le parole di Marchionni: "C'è rammarico perchè continuiamo a regalare gol e situazioni agli avversari. Un pò sono arrabbiato, ma bisogna resettare tutto e andare avanti. Le colpe sono mie, perchè prepariamo le partite in un certo modo e poi in campo non riusciamo ad esprimerci come vogliamo. Mi fa arrabbiare tutto perchè dopo il gol di Vitale, a 5 minuti dalla fine, poi si è vista la grinta e l'atteggiamento giusto che vorrei si vedesse per i 90 minuti. Se si preparano determinate cose, le si devono fare. Quando si gioca si devono provare le situazioni che si provano in settimana. Una volta sola l'abbiamo fatta e abbiamo fatto gol. Allora mi chiedo, perchè non lo facciamo per tutti i 90 minuti? Attacco spuntato? Avevo reputato che con gli uomini iniziali avremmo creato difficoltà all'Avellino. La squadra poi ha girato, quando fa le cose da squadra. Un passo indietro? Non uno, ma cinque. Non ci nascondiamo. Abbiamo fatto male, l'Avellino ha anche meritato, ma non ci ha schiacciato. Abbiamo sempre regalato noi qualcosa. A noi non ci regala mai nulla nessuno e quei gol che facciamo sono sempre quelle situazioni che creiamo noi. Il passo indietro è proprio questo, non aver fatto nulla di quello che avevamo preparato. Mi sento in discussione? Certo, dopo 3 sconfitte di fila ovvio. Mi rode perchè io lavoro 20 ore al giorno e voglio capire quali sono i problemi e risolverli. Ma se proviamo determinate cose in settimana e poi in campo non si vedono, così non va". 

Sezione: L'Avversario / Data: Ven 23 ottobre 2020 alle 10:15
Autore: Marco Costanza
Vedi letture
Print